Carabinieri: organizzato a Vicenza un corso sul contrasto agli ordigni improvvisati e alle minacce di tipo CBRN in favore delle Forze di Sicurezza irachene

Vicenza. Nell’ambito del Progetto dell’Unione Europea “CT-MENA – Counter Terrorism in the Middle East and Central Africa”, il CoESPU, Centro di Eccellenza per le Stability Police Units dei Carabinieri, ha ospitato presso la propria struttura a Vicenza il corso sul contrasto agli ordigni esplosivi improvvisati e alle minacce chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari, a favore di Membri delle Forze di Sicurezza del Ministero dell’Interno iracheno.

Un momento del corso

Il progetto CT-MENA, finanziato dall’Unione Europea, si pone l’obiettivo di fornire supporto tecnico-operativo ai Paesi della regione medio orientale e del nord dell’Africa nel contrasto al terrorismo, per consentire una cooperazione regionale e internazionale tra gli Stati membri garantendo al contempo la sicurezza dei loro cittadini in conformità alle norme di diritto internazionale.

Il corso, svoltosi nei giorni 1-4 febbraio, ha contribuito alla formazione del personale iracheno grazie a lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche, guidate da personale specializzato dell’Arma dei Carabinieri.

Ai partecipanti è stata inoltre consegnata una pubblicazione tecnica sulle indagini forensi, realizzata dal Raggruppamento Carabinieri Investigazioni Scientifiche in collaborazione con il Progetto CT-MENA.

Immagine di un esercitazione anti-CBRN. Il corso ha incluso anche diverse attività pratiche.

Alla cerimonia di conclusione del corso il Gen. B. Giovanni Pietro Barbano, direttore del CoESPU, e il Col. Paolo Zuccarelli, esperto dell’Arma nel progetto, hanno sottolineato l’impegno dimostrato dai partecipanti, che ha consentito un proficuo scambio di competenze.

La delegazione irachena, che si è mostrata particolarmente attenta e interessata alle tematiche affrontate e all’operato dei Carabinieri nel settore, ha ringraziato per l’ospitalità, assicurando la massima disponibilità a collaborare con l’Arma nel contrasto
al terrorismo internazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore