Crisi russo-ucraina. vice ministro Esteri di Mosca Sergey Ryabkov: “Siamo pronti al dialogo con gli USA e l’Occidente”

Mosca. La Russia si è detta pronta al dialogo con l’Occidente su garanzie di sicurezza e questioni di stabilità strategica.

Lo ha detto, oggi, il vice ministro degli Esteri di Mosca, Sergey Ryabkov.

Sergey Ryabkov, vice ministro degli Esteri russo

“Siamo preparati al dialogo su questi temi, nonché su questioni relative alla stabilità strategica – ha aggiunto Ryabkov -.  Ci rammarichiamo che i nostri colleghi a Washington abbiano preso la decisione e l’abbiano annunciata diversi giorni fa di sospendere questi contatti”.

Gli USA ha proseguito il vice ministro russo “sono pienamente responsabili della sospensione del dialogo”.

“Continuiamo a lavorare con calma e fiducia – ha precisato -, abbiamo obiettivi specifici da raggiungere. Nessuno interrompe il dialogo con gli Stati Uniti, ma i canali di dialogo sono una questione separata che dipende dagli obiettivi che stiamo affrontando”..

Secondo Ryabkov, la Russia e gli Stati Uniti attualmente mantengono il dialogo principalmente attraverso le Ambasciate.

“Non abbiamo motivo di credere che questo cambierà nel prossimo futuro”, ha osservato.

Il 17 dicembre dello scorso anno, il Ministero degli Esteri russo ha pubblicato le bozze di accordi sulle garanzie di sicurezza che Mosca si aspettava di ricevere da Washington e dalla NATO.

La sede del Ministero degli Esteri russo

I documenti richiedono in particolare alla NATO di cessare la sua espansione verso Est e riportare la sua infrastruttura militare ai confini del 1997.

Gli Stati Uniti e l’Alleanza Atlantica hanno consegnato a Mosca le loro risposte scritte alle proposte di sicurezza della Russia il 26 gennaio scorso.

L’Occidente non è, però, riuscito, sostengono i russi, a fare concessioni cruciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore