Difesa: da Commissione Camera ok a nuovo satellite militare

ROMA. L’Italia acquisterà un nuovo satellite per le comunicazioni governative e militari. Il via libera è arrivato nell’ultima seduta della Commissione Difesa della Camera dei Deputati che ha approvato lo schema di decreto ministeriale del programma ‘Resilienza del sistema satellitare per le telecomunicazioni governative (SICRAL-R1)’.

Immagine digitale di uno dei sistemi satellitari per le comunicazioni di tipo SICRAL

L’acquisizione di un nuovo satellite geostazionario si è resa necessaria per affrontare in tempi rapidi la fine del ciclo operativo del satellite attualmente in orbita SICRAL-1B e per garantire la continuità nell’occupazione delle posizioni di interesse nazionale in orbita geostazionaria in attesa del satellite SICRAL 3 che secondo i programmi arriverà nel 2026.

Raffigurazione artistica del SICRAL 3

“Il progetto – spiega il Presidente della Commissione Difesa Nino Minardo – oltre a soddisfare le esigenze strategico-operative della Difesa, è funzionale anche quelle di sicurezza nazionale qualora gli assetti di telecomunicazioni ordinari siano compromessi. E’ chiaro che anche in vista della realizzazione del nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari sicure SICRAL 3 bisognerà affrontare il tema della protezione dei nostri satelliti a causa di un evidente aumento delle minacce nello spazio che mirano proprio a ‘spegnere’ i nostri satelliti e quelli dei nostri alleati”.

Il presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati Nino Minardo

Il nuovo satellite dovrà andare in orbita entro il 2025, l’intero programma pluriennale costerà 300 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore