Difesa: il sottosegretario Rauti a Guidonia per la cerimonia dei “100+1” anni dell’Aeronautica Militare

GUIDONIA MONTECELIO (ROMA). “Abbiamo celebrato oggi a Guidonia il 101° compleanno dell’Aeronautica Militare, una Forza Armata moderna ed efficiente, presente negli scenari operativi e fortemente orientata al futuro, con una capacità tecnologica d’avanguardia come richiedono le nuove minacce asimmetriche ed ibride e le sfide multidominio. Siamo riconoscenti agli uomini e alle donne dell’Arma Azzurra che assicurano la difesa dello spazio aereo nazionale e Alleato e, più in generale, concorrono a tutelare gli interessi nazionali, costituendo una risorsa strategica per l’Italia”.

Così, il sottosegretario di Stato alla Difesa, Sen. Isabella Rauti, a margine della cerimonia ospitata nel “Nuovo Polo Concorsuale dell’Aeronautica Militare” di Guidonia, alla presenza del ministro della Difesa Guido Crosetto.

Un momento della Cerimonia

Rauti, che in ambito Difesa ha anche la delega alle pari opportunità e alla formazione, ha voluto sottolineare come l’Aeronautica Militare conti attualmente oltre 2300 donne, distribuite in modo uniforme tra ufficiali, sottufficiali e truppa. Donne che troviamo ai comandi dei velivoli; nei settori della Meteorologia, del controllo dello Spazio Aereo, della Ricerca e Soccorso; impegnate in Patria e nelle Operazioni fuori dai confini nazionali, dove forniscono un rilevante contributo e rappresentano un valore aggiunto.

Ad una di queste donne in Azzurro, il Maggiore Pilota Annamaria Tribuna, è stata conferita una delle onorificenze consegnate oggi, la Medaglia d’Argento al Valore Aeronautico, per aver condotto da Capo Equipaggio di un velivolo C-130J una missione di evacuazione di connazionali e collaboratori afghani dall’aeroporto di Kabul, nell’ambito dell’Operazione “Aquila Omnia” dell’estate del 2021.

Alcune delle circa 2300 donne presenti nell’Arma Azzurra

Quanto alla formazione, Rauti ha, invece, voluto sottolineare come l’Aeronautica Militare rappresenti, oggi, una Forza Armata altamente all’avanguardia, ricordando come il livello di preparazione del suo personale sia testimoniato anche dalle richieste di molte Nazioni di potersi addestrare nelle nostre Scuole di Volo.

Per il sottosegretario non va, poi, dimenticato come la scelta di voler celebrare questa importante ricorrenza presso il “Nuovo Polo Concorsuale”, porta d’ingresso verso tutti gli Istituti di formazione della Forza Armata rappresenti una scelta tesa a valorizzare e a dare centralità alla selezione e alla formazione, che sono da sempre eccellenze strategiche dell’Aeronautica Militare dell’intera Difesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore