Difesa: pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che sancisce la Rappresentatività della Associazioni Professionali a Carattere Sindacale tra i Militari (APCSM)

ROMA. È stato pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale il decreto del ministro per la Pubblica Amministrazione, On. Paolo Zangrillo, d’intesa con il ministro della Difesa, On. Guido Crosetto ed il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, con il quale le Associazioni Professionali a Carattere Sindacale tra Militari (APCSM) divengono pienamente operative e rappresentative del personale delle Forze Armate, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Il ministro della Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo (Credit – Ministero della Pubblica Amministrazione)

Le APCSM sostituiscono la rappresentanza militare, nata nel 1978 e articolata su Consiglio Centrale di Rappresentanza (Co.Ce.R.), Consiglio Intermedio di Rappresentanza (Co.I.R.) e Consiglio di Base di Rappresentanza (Co.Ba.R.).

“Desidero esprimere la mia sincera gratitudine ai membri passati e attuali degli Organismi della Rappresentanza Militare per l’impegno e il lavoro svolto in questi anni. In particolare, il Co.Ce.R. interforze ha rivestito un ruolo importante nell’assicurare un dialogo aperto e proficuo tra le autorità e i rappresentanti dei militari. Riconosco il significativo contributo al miglioramento delle condizioni degli uomini e delle donne in uniforme che rappresentano l’ossatura della nostra organizzazione”.

Così il ministro Crosetto, che ha anche augurato buon lavoro alle Associazioni Professionali a Carattere Sindacale tra Militari, con cui ha auspicato di poter stabilire un rapporto di collaborazione franco, aperto e costruttivo.

Il ministro della Difesa, Guido Crosetto

“La Difesa – ha poi aggiunto il ministro – è il presupposto perché esistano democrazia, pace e libertà. L’Italia  ha Forze Armate straordinarie composte da personale di qualità, abituato a lavorare in ogni condizione; oggi tuttavia, occorre poter fare ancora di più; ci aspetta un importante lavoro e dobbiamo farlo insieme! A breve incontrerò personalmente il Co.Ce.R. Interforze per un saluto di commiato e di ringraziamento, e le APCSM rappresentative, per porre le basi per un proficuo dialogo”.

Sono 20 le sigle che hanno superato la soglia di rappresentatività prevista per legge e avranno il compito di tutelare gli interessi collettivi degli appartenenti alle Forze Armate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore