Difesa: sottoscritto un protocollo d’intesa con l’ENI. Consolidata a collaborazione strategica su security e valutazione dei rischi attraverso la condivisione di esperienze e di informazioni

ROMA. Il ministro della Difesa, Guido Crosetto e l’Amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno siglato oggi a Roma un protocollo d’intesa

L’accordo consolida la collaborazione strategica su security e valutazione dei rischi attraverso la condivisione di esperienze e di informazioni che possano integrare le reciproche competenze acquisite nelle diverse aree geopolitiche di comune interesse.

La sottoscrizione del protocollo d’intesa

In quest’ambito sono inclusi gli scenari relativi alla protezione delle infrastrutture e i siti di importanza strategica per gli interessi nazionali, le attività congiunte di assistenza alle comunità locali, la promozione della cultura dell’innovazione, con particolare attenzione alle nuove tecnologie e anche agli aspetti organizzativi, formativi e addestrativi.

“La firma di oggi segna un passaggio significativo e consolida la sinergia che c’è da sempre, e continuerà ad esserci, tra il Ministero della Difesa e l’ENI – ha spiegato il ministro Crosetto -. Ho voluto fortemente questo accordo che ci impegnerà in progetti strategici per la sicurezza e l’innovazione. Questa partnership riflette l’impegno condiviso per la Difesa nazionale e il benessere delle comunità locali. Il nostro obiettivo è costruire un futuro sicuro e innovativo per l’Italia”.

“L’accordo odierno – ha commentato Descalzi – rafforza la cooperazione già in essere e conferma l’importanza della collaborazione tra pubblico e privato quale efficace strumento di gestione dei rischi a tutela delle attività strategiche e iniziative economiche e industriali nazionali. Come ENI lavoriamo per la sicurezza energetica italiana, abbiamo importanti obiettivi comuni e per questo dobbiamo fare squadra e lavorare insieme per il Paese”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore