Economia: investimenti immobiliari polacchi in Italia. Gli appartamenti più richiesti sono quelli nelle zone turistiche

Di Anna Pigłowska Kaczor

Varsavia. I polacchi vogliono investire in Italia. E lo vogliono fare acquistando ad un giusto prezzo giusto.

Investimenti immobiliari dei polacchi in Italia

Dal 20 marzo 2019, cioè dall’inizio della pandemia in Polonia e nella Repubblica Ceca, la Slovacchia, la Lituania, la Lettonia, l’Estonia, l’Ungheria i prezzi degli immobili hanno registrato un forte aumento.

I prezzi sono in costante crescita nelle città superiori a 100.000 abitanti.

Qui si è passati da 6 mila zloty (circa 1.300 euro) a metro quadro ad 8 mila (circa 1.700 euro)

I prezzi più alti sono ancora più  evidenti nelle città costiere quali Swinoujście, Rewal, Kołobrzeg, Sopot, Hel.

Qui il prezzo è addirittura raddoppiato. Da circa 15.000 zloty (poco più di  3 mila euro) a metro quadro si è arrivati ad oltre 30 mila zloty.

“La causa principale di questo stato di cose – spiega  a Report Difesa – Tomasz Mozejko, Broker immobiliare ed Editore di Lubuskie365.tv – è la mancata possibilità di investire risparmi raccolti in altre aree intermedie dell’economia. Gli istituti polacchi di risparmio si fondono nelle banche”.

Tomasz Mozejko, Broker immobiliare ed Editore di Lubuskie365.tv

“Dal 20 aprile 2012 – aggiunge – abbiamo preso sistematicamente risparmi dalle nostre banche. Da aprile a giugno 2020 circa 30 miliardi di zloty (6.523.809.000,00 di euro Ndr) sono stati ritirati dalle banche. Da novembre 2020 a novembre scorso si è registrato un incremento pari al 7,8%. Si è incoraggiato a ritirare i risparmi e a prendere prestiti ipotecari”.

Già, oltre il 70% dei cittadini polacchi sono in debito con le banche, anche se esse hanno alzato i requisiti di sicurezza.

 

Una banca polacca

“L’esecuzione di coperture anti- crisi lanciate dal Governo polacco non riducono i prezzi delle proprietà – sostiene Tomasz Mozyjko -. Gli annunci di nuove coperture anti-crisi non  salveranno certo la situazione frenando lo sviluppo. Dall’inizio 2020. In Polonia, oltre 300 mila nuovi appartamenti sono stati resi disponibili. E solo nella prima metà di quest’anno sono stati costruiti oltre 150 mila nuovi appartamenti. Ci vorrà fino al 2022 il tempo per ridurre gli interessi degli alloggi in Polonia, in connessione con il termine della società polacca di credito”.

E così i polacchi stanno aumentando l’interesse immobiliare nel bacino del Mediterraneo principalmente in Italia.

Dalla metà del 2020. i risparmi dei polacchi non sono stati investiti nel settore immobiliare all’interno dello stesso Paese.

Con un aumento permanente dei prezzi degli appartamenti e dell’aumento di quelli delle imprese di costruzione edile, molti polacchi hanno deciso di investire all’estero.

All’inizio erano la Repubblica Ceca e la Slovacchia i Paesi più interessati a questi investimenti. Qui, infatti, era più  facile per polacchi fondare un’azienda e condurre un business illimitato.

“In Spagna, nella Costa Brava – evidenzia ancora Mozyjko – gli appartamenti economici al confine con il Portogallo si sono  rilevati  la seconda area di interesse per gli investimenti polacchi”.

Ma è l’Italia, il Paese dove ci saranno maggiori interessi nel campo immobiliare.

Le località turistiche italiane sono molto richieste dai polacchi

Ci sono stati diversi fattori al riguardo. Primo: i prezzi degli immobili sono comparabili con quelli spagnoli. Secondo: la distanza percorribile in auto, treno, in aereo. Terzo: la situazione economica stabile e la  possibilità di acquisire, in 5 anni,  la cittadinanza italiana .

I polacchi vogliono comprare appartamenti e case nelle città costiere e turistiche.

Questa è una scelta eccellente e stabile che può essere venduta o affittata se necessario.

“I prezzi in Italia degli appartamenti – aggiunge il Broker – di una villetta a schiera o di una casa indipendente, sono inferiori rispetto alle città costiere e turistiche polacche. Un appartamento sul Mar Baltico costa tra i 7 mila e gli 8 mila euro a metro quadro. Un elemento importante è l’attrattiva turistica delle città italiane, che per i polacchi è motivo di  sviluppo sociale”.

Fare una vacanza in Italia, per i polacchi non può essere paragonata a quella nei località turistiche nazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore