Esercito: avvicendamento al comando del Multinational CIMIC Group

MOTTA DI LIVENZA (VENETO). Questa mattina presso la caserma “Mario Fiore” in Motta di Livenza, alla presenza del Comandante della Brigata Informazioni Tattiche, Generale di Brigata Maurizio Fronda e dei Sindaci di Motta di Livenza, Alessandro Righi, e di Oderzo, Maria Scardellato, si è svolta la cerimonia di cambio del Comandante del Multinational CIMIC Group tra il Colonnello Mattia Zuzzi e il parigrado Ugo Proietto.

Un momento della cerimonia

Il Colonnello Zuzzi, che lascia il Multinational CIMIC Group, unità multinazionale ed interforze specializzata nella cooperazione civile-militare, dopo due anni di comando, nel suo discorso di commiato, ha ricordato lo spirito con cui il personale del MNCG ha portato a termine la propria missione che è quella di interfaccia tra militari e civili nelle operazioni militari e di fungere da centro per la formazione degli operatori CIMIC.

Il passaggio di consegne tra il Col. Zuzzi e il Col. Proietto

Il Generale Fronda, dopo aver reso merito al Colonnello Zuzzi per i risultati conseguiti attraverso il suo lavoro, si è rivolto al Colonnello Proietto esortandolo a continuare sul solco tracciato e a concentrarsi, altresì, a come integrare la funzione CIMIC all’interno del nuovo concetto di impiego della Brigata Informazioni Tattiche e delle sue componenti.

Il Colonnello Proietto, nuovo Comandante del CIMIC Group

Il Multinational CIMIC Group, del quale quest’anno ricorrono i ventanni dalla sua costituzione, annovera tra le sue fila personale di Italia, Grecia, Portogallo, Romania, Slovenia e Ungheria.

Le autorità intervenute, tra cui il Sindaco di Motta di Livenza e il Sindaco di Oderzo

L’unità rappresenta un polo di eccellenza nell’ambito della cooperazione civile e militare, presente con propri operatori nelle maggiori aree di crisi in cui l’Esercito Italiano è chiamato ad operare, oltre che nel Mediterraneo a sostegno della missione europea EUNAVFOR Med e in campo nazionale, a sostegno dellle forze dell’ordine nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure”.

Oltre all’impiego operativo, il Multinational CIMIC Group è impegnato nella formazione degli operatori CIMIC, civili e militari, italiani e stranieri. Ad oggi, più di 2.200 frequentatori, sono stati formati presso la struttura della caserma Fiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore