Esercito: esercitazioni congiunte per il Contingente italiano in Ungheria

CAMP CROFT (UNGHERIA). Prosegue a pieno regime l’addestramento del Contingente Italiano, su base Brigata Meccanizzata “Aosta” dell’Esercito, schierato in Ungheria nell’ambito dell’Operazione Forward Land Forces (FLF) che congiuntamente a personale croato, statunitense e ungherese svolge la funzione di deterrenza sul fianco sud-est dell’Alleanza Atlantica.

Mezzi blindati in uso durante l’esercitazione

Il personale militare del Plotone Genio, su base 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, insieme a unità croate ed ungheresi, ha perfezionato e consolidato le tattiche, le tecniche e le procedure (TTP) con le quali i team che si occupano della bonifica degli ordigni esplosivi (EOD TEAM) riescono a neutralizzarli.

Mezzo speciale ed attrezzature del team EOD Croato

L’attività addestrativa, che ha permesso di confermare come la corretta applicazione delle procedure NATO rappresenti un elemento basilare nella progressione addestrativa, ha l’obiettivo di raggiungere l’interoperabilità tra tutte le componenti dei Paesi Alleati presenti nell’area di operazione.​

Operatore con tuta antiesplosione approccia ad ordigno esplosivo improvvisato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore