Esercito: il 9° Reggimento Fanteria “Bari” della Brigata Pinerolo pronto all’impiego nella JRRF

Bari. Il 9° Reggimento Fanteria “Bari”, Unità alle dipendenze della Brigata “Pinerolo”, ha concluso nei giorni scorsi, nel Poligono occasionale di Torre di Nebbia, l’esercitazione finale che ha decretato la piena capacità d’impiego, dal prossimo anno, di una propria Compagnia nel bacino JRRF (Joint Rapid Response Force).

Un momento della fase addestrativa con i “Freccia”

La JRRF è un bacino di capacità e assetti interforze, già esistenti, ad alta e altissima prontezza operativa, da cui attingere risorse per garantire una risposta rapida alle esigenze nazionali (ad esclusione delle Operazioni in corso e dei compiti discendenti da disposti di legge) e multinazionali (NATO/UE).

Le moderne operazioni militari richiedono sempre più spesso alle Forze Armate di operare in combinazione tra loro ed in modo integrato, in qualsiasi tipo di scenario, per questo, l’intenso ciclo addestrativo delle forze è incentrato sull’incremento delle capacità di operare in ambienti congiunti; in particolare la conclusione dell’esercitazione a fuoco ha visto un complesso minore addestrarsi in sinergia con assetti aerei, tra i più avanzati in ambito europeo.

L’addestramento ha consentito ai soldati della “Pinerolo” di perfezionare le corrette procedure tecnico-pratiche di specialità e allo stesso tempo di incrementare l’amalgama degli equipaggi che operano sui Veicoli Blindati Medi (VBM 8X8) “Freccia”.

L’attività si è svolta alla presenza del Comandante del Comando Forze Operative Sud, Generale di Corpo D’armata Giuseppenicola Tota, accompagnato dal Comandante della Brigata “Pinerolo”, Generale di Brigata Giovanni Gagliano.

La presentazione della forza al Generale Tota

Il Generale Tota, nel salutare gli uomini e le donne del 9° Reggimento, ha espresso il proprio apprezzamento sia per l’impegno profuso sia per i risultati addestrativi conseguiti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore