Esercito: il capo di SME Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello a Verona. Con il COMFOTER aggiornamento sulle capacità operative dei Comandi e delle Unità specialistiche dipendenti, sugli obiettivi addestrativi, sui futuri impegni all’estero e sulla formazione dei VFI-T

VERONA. Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Carmine Masiello nella sua visita, oggi a Verona, ha incontrato nei padiglioni della Fiera gli uomini e le donne dell’Esercito, che partecipano alla “LetExpo 2024”: la più grande fiera del trasporto e della logistica sostenibili, che ha integrato un’ampia esposizione di mezzi e assetti della Difesa.

Il Generale di Corpo d’Armata, Carmine Masiello alla LetExpo 2024

Qui,​ ha avuto modo anche di collegarsi con il Catamarano “Lo Spirito di Stella” del progetto WOW, un Giro del Mondo a favore dei militari divenuti disabili in servizio, appartenenti alle Forze Armate di tutti i paesi del mondo che sono stati impegnati in missioni di mantenimento della pace e della stabilità, atleti del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa (GSPD) e gli omologhi delle Forze Armate straniere.

Accolto dal Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER), Generale di Corpo d’Armata Massimo Scala, il capo di SME si è recato a Palazzo Carli, storica sede del Comando, dove è stato aggiornato sulle capacità operative dei Comandi e delle Unità specialistiche dipendenti, sugli obiettivi addestrativi, sui futuri impegni all’estero e sul ruolo che il COMFOTER di Supporto riveste nel processo formativo dei VFI-T con le proprie Scuole di specializzazione.

L’arrivo del capo di SME nella sede del COMFOTER

Il Generale Masiello ha poi incontrato rappresentanze di tutte le categorie del personale del Comando e del Reparto Comando ​alle quali, dopo aver evidenziato l’importanza di continuare ad operare ispirandosi ai valori fondanti che animano il giuramento di fedeltà alla Repubblica, ha delineato le direttrici principali verso cui convogliare gli sforzi nel perseguimento di un Esercito organizzato, moderno e unito, salvaguardando le peculiarità di ogni sua singola componente.

Dal Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto dipendono il Comando Genio, il Comando Artiglieria, il Comando Artiglieria Contro​aerei, il Comando Trasmissioni e il Comando Brigata Informazioni Tattiche, che garantiscono le funzioni di protezione e supporto alle forze di manovra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Autore