Esercito Italiano: Il COMART in supporto all’ASL Roma 4 per la lotta alla pandemia da COVID 19

Di Giusy Criscuolo

Bracciano. Il Comando Artiglieria ha risposto prontamente alla richiesta fatta dalla ASL Roma 4 con l’attivazione del Punto di Vaccinazione della Difesa presso le sale storiche del COMART. Dal momento in cui è stato dichiarato lo stato di pandemia, il Comando Artiglieria di Bracciano e i suoi Reggimenti Dipendenti, sono stati impegnati su più fronti (più o meno noti), tutti a favore della popolazione civile.

Oggi, 22 febbraio, è stato aperto presso le stanze della Sala Museale della caserma COSENZ, un Punto di Vaccinazione della Difesa (PVD).

Sala di attesa del PVD presso la sala Museale della Caserma COSENZ del Comando Artiglieria – Credit Esercito

L’impegno dell’Esercito a favore degli Italiani non cessa. Da sempre, ed in particolare, in questo specifico momento storico, ci è stato possibile riscontrare come, le nostre Forze Armate stiano rispondendo in modo positivo e con grande professionalità a quelle che sono le richieste di supporto alla popolazione e dettate dalla pandemia in atto.

L’ASL Roma 4 ha chiesto al Comando Artiglieria un supporto per la creazione di un punto vaccinazione. Richiesta che è stata accolta con impegno e abnegazione. In sinergia con il personale sanitario e dell’ASL di riferimento, tutto il comparto del COMART che è stato impiegato ed impegnato in questo specifico progetto, ha ottimizzato lo spazio delle Sale Storiche del Comando Artiglieria, offrendo un supporto logistico all’Azienda Sanitaria locale, con lo scopo di drenare e alleggerire il carico di lavoro in essere all’ASL Roma 4.

Sala di accettazione prima dell’apertura –  PVD presso la sala Museale della Caserma COSENZ del Comando Artiglieria – Credit Esercito

Attenendosi scrupolosamente alle norme dettate per la messa in sicurezza della popolazione, dei sanitari e degli operatori che vi lavoreranno, i militari del COMART, sotto la guida del Ten. Col. Antonello DE IULIO, Comandante alla sede del Comando Artiglieria, hanno lavorato alacremente dall’inizio di febbraio, per rendere la zona scelta e preposta al punto vaccinazione (PVD), sicura per chiunque vi accederà. Il tutto seguendo quanto disposto dalle direttive alla lotta COVID-19, organizzando e rendendo funzionali le stanze indicate per la vaccinazione. Con l’obiettivo di sostenere e supportare il lavoro del Servizio Sanitario Regionale (SSR) per la somministrazione del vaccino.

Le prime vaccinazioni del PVD presso la sala Museale della Caserma COSENZ del Comando Artiglieria – Credit Esercito

Importante sapere che, inizialmente in fase di organizzazione, la fascia di popolazione interessata sarebbe stata quella docente/studente dai 18 ai 55 anni, a causa del ritardo sulla consegna del vaccino, è stato rimodulato dalla ASL di competenza il focus degli aventi diritto, spostandosi solo per il momento, su personale scolastico e universitario under 55 (non studenti). Il vaccino somministrato sarà del tipo ASTRAZENECA. La stessa prenotazione effettuata dai cittadini, tramite il proprio medico di base, sarà scaglionata per fasce di età seguendo il calendario dettato dall’ASL Roma 4.

Tutti coloro che sono assistiti da un medico di base convenzionato con il Servizio Sanitario Regionale della Regione Lazio, hanno potuto prenotare l’inoculazione del vaccino dallo scorso 18 febbraio. Lo stesso sarà inoculato dal personale medico e infermieristico formato dall’ospedale Spallanzani di Roma e oramai noto con l’acronimo USCAR – Unità Speciali di Continuità Assistenza Regionale, di concerto con Medicina Generale del Distretto Roma 3 e con il supporto del personale infermieristico militare.

Sala adiacente a quella vaccinale in caso di malessere del paziente, presso la Caserma COSENZ del Comando Artiglieria – Credit Esercito

Il punto vaccinazione sarà aperto sette giorni su sette e gli orari andranno dalle 8 di mattina alle ore 18. Ad eccezione della pima settimana, in cui l’orario di chiusura sarà probabilmente anticipato alle ore 14, perché compreso in un periodo di rodaggio e che permetterà a tutti gli operatori coinvolti di fare un punto della situazione per meglio intervenire nelle settimane successive all’apertura.

Con un ampio parcheggio, gli utenti seguendo un percorso prestabilito accederanno in una sala di entrata con spazi divisori come previsto dalle norme vigenti. Attraverso un percorso guidato si giungerà nella sala accettazione dove ci saranno 2 desk preposti all’accreditamento e seguendo il percorso si troveranno nella sala di attesa in cui è stata posta una televisione per occupare il tempo prima del proprio turno.

Preposti alla sala della vaccinazione altri due desk per le anamnesi pre inoculazione. Nella sala vaccinazione sono state collocate due postazioni e adiacente a queste è stata creata una zona “cuscinetto” in caso qualcuno avvertisse qualche malore dopo l’inoculazione. Una volta ricevuto il vaccino, gli utenti potranno accedere ad una successiva sala di attesa, dove dovranno far trascorrere 15 minuti. Il tempo canonico di attesa post vaccino.

Operatori sanitari e militari durante un confronto nel PVD presso la sala Museale della Caserma COSENZ del Comando Artiglieria – Credit Esercito

La Dott.ssa Simona Ursino, capo del dipartimento prevenzione ASL Roma 4, ha ringraziato il Gen. B. Fabio Giambartolomei, Comandante del Comando Artiglieria, per il grande gesto di collaborazione. Specificando che questo supporto, rappresenta un aiuto concreto in un momento storico come quello che tutti stiamo vivendo.

A corollario di questo ulteriore impegno, è giusto ricordare tutti gli eventi/interventi che sono stati effettuati dal COMART in questo difficile momento. Interventi in cui centinaia di militari, senza distinzione di grado e ruolo, hanno lavorato (come tutti i loro colleghi) incessantemente e con abnegazione per supportare le Istituzioni e la popolazione in un momento delicato come quello creato dalla pandemia in atto. Sotto gli ordini del Gen. B. Fabio Giambartolomei, hanno condiviso e fatto loro queste iniziative per combattere il COVID-19.

Dall’inizio della pandemia il Comando Artiglieria, con sede a Bracciano ha effettuato l’apertura del Drive Through Difesa (DTD – punto in cui è possibile eseguire dalla propria auto i tamponi naso-oro-faringei) per richiesta della ASL Roma 4, seguito dall’apertura del nuovo Punto di Vaccinazione della Difesa sempre su richiesta della stessa Azienda Sanitaria locale.

Operatori USCAR con un paziente subito dopo il vaccino – PVD presso la sala Museale della Caserma COSENZ del Comando Artiglieria – Credit Esercito

A seguire il Gruppo Addestrativo del COMART sempre con sede a Bracciano, ha sanificato con 2 assetti specialistici l’area urbanistica e dei locali del paese di Bracciano sotto richiesta del comune stesso, oltre ad essersi impegnati nella raccolta/donazione alimentare per famiglie bisognose.

Il 7° Reggimento CBRN del Comando Artiglieria con sede a Civitavecchia, ha effettuato la sanificazione con assetti specialistici del 7°Rgt. nelle aree urbanistiche e dei locali di Bergamo e Brescia, aree dove è esplosa la pandemia, oltre ad effettuare la sanificazione, sempre con assetti specialistici di aree urbanistiche e locali (anche sacri) della città di Civitavecchia. Anche qui impegnandosi nella raccolta/donazione alimentare per famiglie bisognose. Per finire con il 5° Reggimento Artiglieria Lancia Razzi del COMART con sede a Portogruaro, presso il quale è stata effettuata l’apertura del Drive Through Difesa (DTD), sotto richiesta effettuata dalla ASL di zona.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore