Esercito Italiano: i bersaglieri della Brigata “Ariete” pronti all’impiego dei mortai medi e pesanti

Pordenone.  ​Nell’area addestrativa di Carpegna (PU), unità dell’11° Reggimento Bersaglieri di Orcenico Superiore (PN) hanno svolto un’esercitazione di tiro mortai, che segna la conclusione dello stage formativo iniziato lo scorso mese presso la Scuola di Fanteria di Cesano di Roma.

Al corso di abilitazione all’impiego del mortaio medio da 81 mm, arma a tiro curvo in dotazione alle compagnie fucilieri dei Reggimenti di Fanteria dell’Esercito Italiano, ha partecipato il personale con incarico “mortaista” e i Sottufficiali “osservatori del fuoco”.

Scuola tiro mortai per l’Ariete

All’attività ha preso parte anche il personale già abilitato all’impiego del mortaio pesante Thomson-Brandt 120 mm della Compagnia supporto alla manovra del Reggimento, che ha potuto così completare la propria preparazione su questa tipologia di armamento. In particolare, sono state verificate le procedure d’impiego, l’organizzazione e l’efficacia del fuoco e l’abilità nel calcolo dei dati di tiro.
Tutte le attività addestrative sono state svolte nel pieno rispetto delle misure di prevenzione e protezione imposte dall’attuale emergenza epidemiologica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore