Fincantieri: firmato un contratto da oltre 200 milioni di dollari per una nave posacavi ibrida in Giappone

TOKYO. Vard, controllata norvegese del Gruppo Fincantieri, ha firmato un contratto per la progettazione e costruzione di una nave posacavi ibrida di ultima generazione altamente personalizzata con l’azienda leader giapponese Toyo Construction.

Il valore del contratto è di oltre duecento milioni di dollari.

La nave posacavi ibrida avrà un design appositamente sviluppato per le esigenze del cliente volte a soddisfare il crescente mercato dei parchi eolici offshore giapponesi e potrà anche operare in tutto il mondo.

Avrà un design dello scafo ottimale per adattarsi alle condizioni naturali e di costruzione in Giappone, permettendole di essere utilizzata sia in acque basse che profonde per la generazione di energia nei parchi eolici offshore flottanti e per progetti di trasmissione di energia in corrente continua.

Sarà in grado, inoltre, di svolgere lavori di costruzione ad un alto tasso di operatività in una vasta gamma di aree oceaniche.

La nave ha una lunghezza di centocinquanta metri, una larghezza di ventotto metri e una capacità di trasporto di cavi pari a nove mila tonnellate.

Sarà dotata di una gru ad alte prestazioni e di un ampio ponte, così da essere adatta ad un ampio ventaglio di attività, tra cui lavori di ormeggio legati ai parchi eolici offshore flottanti e progetti nell’ambito delle risorse marine.

Nave posacavi ibrida in Giappone

La nave avrà anche un sistema di ormeggio a quattro punti e un eliporto.

È sviluppata con le più recenti tecnologie per ridurre l’impronta di carbonio durante le operazioni e l’ormeggio in porto. Avrà un grande gruppo batterie, una connessione per l’alimentazione da terra e un sistema all’avanguardia di gestione dell’energia.

Questa configurazione sostenibile consentirà una maggiore efficienza energetica riducendo così le emissioni di CO2, NOx e SOx.

La nave sarà costruita nei cantieri navali Vard e sarà consegnata nel Q2 2026.

Pierroberto Folgiero, Amministratore delegato e direttore generale di Fincantieri, ha commentato: “Questa nuova commessa conferma il nostro ruolo di riferimento nell’energia a mare, che rappresenta un settore in continua crescita in linea con le aspettative del piano industriale. In questo contesto, Fincantieri è in grado di offrire soluzioni sempre più innovative attraverso Vard, che con questo contratto amplia anche in Oriente la propria base clienti grazie alla leadership internazionale conseguita nelle navi posacavi”.

Toyo Construction è stata fondata nel 1929 e ha un track record di prim’ordine nella costruzione offshore in Giappone.

Il business dell’energia eolica offshore è un motore di crescita per l’azienda.

Oltre alla posa di cavi sottomarini, Toyo Construction sta sviluppando tecnologie per campi eolici sia fissi che flottanti, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo del business dell’energia eolica offshore in Giappone. L’azienda impiega complessivamente circa mille e seicento persone e ha un fatturato pari a poco meno di duecento miliardi di yen.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore