Guardia di Finanza: a Napoli una pattuglia del “117” rinviene una pistola semiautomatica lasciata sul ciglio di una via cittadina

Di Mariateresa Levi

Napoli. Per ogni operatore di polizia la costante attenzione unita allo spirito di osservazione è un presupposto fondamentale per la buona riuscita del proprio lavoro, a maggior ragione se questo viene condotto sulla strada dove gli stimoli visivi possono essere innumerevoli nella loro contemporaneità, e vanno dunque “selezionati” avvalendosi anche della propria esperienza operativa.

La  Sala operativa della  GDF Campania

Sono state senz’altro queste le circostanze che la scorsa notte hanno permesso il rinvenimento di una pistola semiautomatica tipo “Stosel” – calibro 7,65 completa delle sue munizioni ed incredibilmente lasciata sul ciglio di una strada cittadina.

L’arma rinvenuta dalla Guardia di Finanza di Napoli

È stata una pattuglia di Finanzieri del Comando Provinciale di Napoli – 2° Nucleo Operativo Metropolitano (NOM), a rinvenire l’arma mentre si trovava in servizio di “117” sulle vie del popoloso quartiere partenopeo di San Ferdinando, più precisamente in Vico Santa Teresella degli Spagnoli.

Uno dei militari della pattuglia, nonostante la scarsa presenza di luce, ha infatti notato a bordo carreggiata un bavaglino da bebè ben avvolto ed ancora pulito dal quale, però, sembrava spuntare il calcio di una pistola ed ha dunque bloccato subito l’auto per verificare la strana circostanza, confermata poi dall’alquanto inaspettato ritrovamento di un’arma da fuoco che si presentava in buone condizioni (ma la matricola abrasa).

Probabilmente la pistola è stata abbandonata da qualcuno che si è trovato nella necessità di disfarsene immediatamente, probabilmente incalzato dalla presenza delle Forze di Polizia in quel luogo ed in un determinato momento senza poi aver avuto il modo di riappropriarsene.

Ad ogni modo sono in corso le opportune verifiche tecniche per capire se nel corso della giornata fossero avvenuti fermi e perquisizioni di soggetti pregiudicati o comunque sospetti, e se la pistola in questione sia stata precedentemente utilizzata dalla malavita locale in rapine o altre più gravi azioni criminose.

Il sequestro in cronaca va così ad inquadrarsi nella contante attività di controllo del territorio e tutela della sicurezza pubblica che la Guardia di Finanza garantisce in concorso con le altre Forze di Polizia, nonché sulle recenti disposizioni impartite dal Prefetto di Napoli nell’esigenza di attuare una ancor più serrata lotta alla circolazione clandestina delle armi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore