Guardia di Finanza: a Sondrio intercettato e sequestrato in Dogana un carico di pregiati vini e champagne dal valore commerciale di oltre 168.000 euro. Denunciato un cittadino macedone

SONDRIO. Aveva tentato di introdurre in Italia vino e champagne di pregiatissima qualità (valore commerciale superiore ai 168.600 euro) senza dichiarare nulla in Dogana, ma è stato fermato dai finanzieri del Comando provinciale di Sondrio e dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) che hanno sottoposto a sequestro penale la ricercata partita di alcolici.

Finanzieri durante l’ispezione di un’autovettura

L’episodio è avvenuto presso il Valico di Villa Chiavenna (Sondrio), dove un’autovettura proveniente dalla Svizzera, adibita a servizio di noleggio con conducente, stava facendo ingresso nel territorio dello Stato.

Il carico di prodotti alcoolici – che come anticipato sopra sono risultati essere di rilevante livello qualitativo – erano in possesso di un cittadino macedone residente nella Confederazione elvetica, che al momento di entrare in territorio unionale ha ritenuto di non fare alcuna dichiarazione ai fini doganali agli operatori della GDF e dell’ADM in servizio presso il valico in questione.

Gli stessi hanno comunque deciso di effettuare un opportuno controllo al veicolo scoprendo così il suo prezioso carico che, per la cronaca, stava per essere introdotto in evasione di diritti doganali calcolati in oltre 37 mila euro, tra dazi e imposta sul valore aggiunto che l’uomo aveva cercato di non corrispondere.

Il viaggiatore è stato pertanto denunciato a piede libero per contrabbando di prodotti alcolici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore