Guardia di Finanza e Polizia di Stato: arrestati a Roma due soggetti già resisi irreperibili ed entrambi attivi nel traffico di sostanze stupefacenti

ROMA. Sono due i soggetti arrestati dai finanzieri del Comando Provinciale e dagli agenti della Squadra Mobile della Capitale, accusati (e per questo già condannati) per traffico di sostanze stupefacenti.

Una fase dell’operazione congiunta PS – GDF a Roma

Il primo dei due, B. M. A. (33 enne irreperibile dal novembre 2019 e dichiarato latitante dal Tribunale di Roma pochi mesi dopo), risulta peraltro destinatario di un Mandato di Arresto Europeo.

Lo stesso soggetto era infatti accusato di concorso continuato in associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, attività che principalmente svolgeva nel quartiere periferico della Borghesiana a sud di Roma, oltre che per lesioni personali ed estorsione aggravata.

Reati d’una certa gravità dunque, che in primo grado gli erano infatti valsi la condanna a quattordici anni di reclusione (successivamente ridotti a nove in appello).

Dalle indagini, condotte dai finanzieri del Gruppo Investigazione Criminalità Organizzata (GICO), un’articolazione specialistica che opera in seno al Nucleo Polizia Economico Finanziaria (PEF) di Roma, era emerso come B.M.A. fosse membro d’un pericoloso gruppo criminale dedito al traffico della cocaina e dell’hashish.

Il gruppo ai vertici del quale erano posti due noti pregiudicati quali Fabrizio Piscitelli (alias “Diabolik” – ucciso in un agguato avvenuto a Roma nell’agosto 2019) e F.F. già condannato a 30 di reclusione.

L’altro trafficante caduto nella rete dei poliziotti e dei finanzieri romani è invece il non ancora ventenne S.P., anch’egli resosi irreperibile a maggio scorso dopo che la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Roma ne aveva disposto la carcerazione di oltre un anno, ciò a seguito d’una condanna derivante dal suo ruolo in un vasto traffico di sostanze stupefacenti sul quale avevano indagato gli agenti della Squadra Mobile romana.

L’operazione odierna ancora una volta testimonia l’eccellente sinergia operativa oggi esistente tra le Forze di Polizia.

Una sinergia che, proprio nella Capitale, trova pieno supporto nella locale Procura della Repubblica per una sempre più incisiva azione di contrasto ai business gestiti dalla criminalità organizzata presente nel territorio della Città Eterna come nelle sue molte zone periferiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore