Guardia di Finanza: Le celebrazioni per l’Anniversario di fondazione del Corpo, 246 anni al servizio dell’Italia e degli italiani

Di Michele Toschi

Roma. Le vigenti disposizioni in materia di contenimento epidemiologico hanno imposto massima sobrietà e contenutezza a quelle che sono tradizionali celebrazioni anniversarie delle Forze Armate e dei Corpi di Polizia dello Stato, ma questo non le ha comunque private del loro significato più profondo così com’è stato stamani per la Guardia di Finanza, con due sobrie celebrazioni alle quali ha presenziato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, On. Prof. Roberto Gualtieri.

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri ricorda i Finanzieri caduti

Il Ministro, accompagnato dal Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana, dal Comandante in Seconda, Generale di Corpo d’Armata Edoardo Valente e dal Capo di Stato Maggiore, Generale di Divisione Umberto Sirico, ha deposto una corona d’alloro in omaggio ed in ricordo dei caduti del Corpo presso il sacrario loro dedicato e che si trova all’interno della caserma “Generale di Brigata Sante Laria” di Roma.

A seguire, lo stesso titolare del Dicastero di via XX Settembre, ha consegnato una Medaglia d’Oro al Merito Civile appuntandola direttamente sulla Bandiera di Guerra della Guardia di Finanza.

Medaglia d’Oro al Merito Civile per la Bandiera di Guerra della Guardia di Finanza

L’importante riconoscimento, che va ad arricchire un vessillo già carico d’onore e di gloriosa storia, è stato concesso per l’imprescindibile ruolo svolto dalla Scuola Alpina della Guardia di Finanza nella salvaguardia della vita umana, della salute, dell’ambiente e dell’ordine pubblico, nonché dell’attività addestrativa, formativa e sportiva.

Reparti della Scuola Alpina di Predazzo (foto di repertorio pre emergenza Covid-19)

La Scuola Alpina del Corpo, che ha sede a Predazzo (Trento), è stata fondata nel 1920 con il compito di formare i finanzieri che saranno poi destinati agli impieghi operativi in ambienti montani; laddove le fiamme gialle nacquero oltre due secoli orsono come vero e proprio corpo militare (allora denominato Legione Truppe Leggere) a cui era affidato il presidio e la difesa delle zone confinarie, nonché la tutela dei diritti doganali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore