Guardia di Finanza: siglato il protocollo d’intesa con il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Di Michele Toschi

Roma. È stato sottoscritto ieri pomeriggio a Roma, nella Sala San Matteo della caserma “Piave”, sede del Comando Generale della Guardia di Finanza, un protocollo d’intesa tra le Fiamme Gialle e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.).

L’accordo, siglato per la Guardia di Finanza dal Capo di Stato Maggiore del Comando Generale, Gen. C.A. Umberto Sirico, e per il C.N.S.A.S. dal Presidente, Maurizio Dellantonio, consolida la collaborazione istituzionale nella attività di soccorso.

Attraverso il Protocollo, le Fiamme Gialle e il Corpo del Soccorso Alpino e Speleologico potranno condividere procedure di allertamento e coordinamento delle risorse sul territorio, impegnate nella ricerca e nel soccorso degli infortunati in montagna o in ambienti ostili e impervi.

Nell’accordo firmato oggi sono previsti, per implementare l’efficacia e l’efficienza degli interventi – con l’ausilio delle unità cinofile e dei mezzi aerei del Corpo – momenti formativi congiunti tra il personale specializzato S.A.G.F. della Guardia di Finanza e del C.N.S.A.S..

La firma del protocollo

Con l’accordo di oggi, ha dichiarato Maurizio Dellantonio, Presidente del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico: “Fra il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico ed il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza da molti anni c’è uno stretto legame operativo, cementatosi in molte operazioni congiunte di soccorso in montagna. Più vicini nel tempo sono stati molti anche gli scenari di Protezione Civile che hanno visto le nostre realtà operare in stretta sinergia. Con questo accordo viene sancito e migliorato un sistema di condivisione delle competenze e di alcuni momenti della formazione, in un’ottica di continuo miglioramento del servizio di soccorso rivolto agli utenti delle nostre montagne”.

“L’Intesa oggi sottoscritta – commenta il Capo di Stato Maggiore del Comando Generale della Guardia di Finanza, Gen. C.A. Umberto Sirico – “consentirà al Corpo di continuare ad operare in sinergia con il C.N.S.A.S. per migliorare, attraverso il comune accrescimento professionale l’efficacia complessiva delle operazioni di soccorso in ambiente montano. In tale contesto, infatti, mi preme evidenziare l’apporto fornito dalle Stazioni del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (S.A.G.F.), dal comparto aereo e dalle nostre unità cinofile, a garanzia della tempestività degli interventi. In questa prospettiva, sono certo che l’accordo odierno consentirà, forte delle rinnovate intese che proseguiranno a livello locale, il raggiungimento di importanti risultati, che consolideranno ulteriormente il ruolo della Guardia di Finanza nel settore. Ringrazio il Presidente Dellantonio e i componenti del Consiglio Nazionale per il rilievo attribuito alla collaborazione con il Corpo, che porterà ulteriore giovamento al condiviso impegno della tutela dell’incolumità delle persone”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore