Il Cocer fa il punto sul rinnovo contrattuale delle Forze Armate

Roma. Oggi il Co.Ce.R. Comparto Difesa, Esercito-Marina-Aeronautica, ha incontrato il Sottocapo di Stato Maggiore della Difesa per fare un punto di situazione sul rinnovo contrattuale 2019-2021.

La Rappresentanza Militare, insieme allo Stato Maggiore della Difesa, ha sviluppato una piattaforma economico-normativa, condivisa con le tre Forze Armate, nella quale sono state inserite proposte normative per adeguare il trattamento economico del personale militare.

In tale contesto è emersa la necessità di evitare difformità di applicazione rispetto ad alcuni istituti normativi nell’ ambito delle singole Forze Armate mediante un intervento in via amministrativa dello Stato Maggiore Difesa.

I COCER della Difesa chiedono chiarezza al Ministero della Difesa sul contratto

Parimenti è stata avanzata la richiesta, in concomitanza alla concertazione, di istituire tavoli tecnici dedicati, che includano la presenza di rappresentanti del Co.Ce.R e delle Forze Armate, per trattare tematiche relative ad alloggi, orario di lavoro in relazione ai servizi, istituti economici correlati e impiego in relazione alla genitorialità.

Nell’ambito dell’incontro sono stati trattati anche i temi della Specificità, per la quale è in fase di attivazione un tavolo tecnico sul quale trattare la previdenza dedicata, la tutela legale e sanitaria, la responsabilità civile, la revisione del trattamento economico e la defiscalizzazione delle indennità accessorie.

E’ stata inoltre ribadita l’importanza di finanziare ‘ad hoc’ la Specificità del Comparto. Infine è stata avanzata la necessità di rivedere la normativa del Fondo Efficienza Servizi Istituzionali per semplificarne i criteri di attribuzione. In relazione a tale emolumento, a margine dell’incontro, il Co.Ce.R. ha sensibilizzato lo Stato Maggiore Difesa affinché venga pagato entro il corrente mese di luglio.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore