Incontro Italia-Giappone, sottosegretario Angelo Tofalo: “La sicurezza rappresenta un investimento a beneficio di tutti”

Roma. Il sottosegretario di Stato alla Difesa Angelo Tofalo ha ricevuto oggi a Palazzo Aeronautica, a Roma, una delegazione del Comitato Permanente sulla Sicurezza ed i rappresentanti di Difesa ed Esteri del Governo giapponese, in visita istituzionale in Italia.

Il sottosegretario Angelo Tofalo nel corso dell’incontro

Nel corso dell’incontro bilaterale sono stati trattati temi di interesse comune come la sicurezza nazionale, la difesa cibernetica e gli attuali scenari internazionali, in particolare la situazione geopolitica del Nord Africa e del Mediterraneo.

“L’Italia è una nazione accogliente. Al recente vertice NATO di Bruxelles abbiamo chiesto una ridistribuzione dei migranti che interessi tutti i Paesi dell’Unione Europea – ha detto il sottosegretario Tofalo rispondendo a una domanda sulla gestione del fenomeno migratorio -, La nostra politica punta a rafforzare i rapporti con i Paesi dell’Africa in modo da monitorare gli sbarchi e non subirli, governando il fenomeno nel suo complesso”.

Il sottosegretario Tofalo si è poi soffermato sul tema della sicurezza che “sempre più partecipata e collettiva, rappresenta un investimento a beneficio di tutti – ha aggiunto -. In tale ottica, ci stiamo impegnando come Governo nel sensibilizzare e agevolare la Pubblica Amministrazione e le aziende affinché investano di più nel settore della sicurezza cibernetica”.

“L’Italia è oggi impegnata nello sviluppo tecnologico di diversi programmi in ambito internazionale e nazionale, ha proseguito il Sottosegretario Tofalo cogliendo l’occasione per portare l’attenzione sull’importanza della cooperazione in ambito Difesa tra i due Paesi, auspicando che “si consolidi ulteriormente grazie alla condivisione di progetti tecnologici di lunga durata”.

“Condividere il nostro know-how, ed effettuare continui scambi culturali ed accademici è fondamentale per ricavare notevoli e comuni vantaggi”, ha proseguito Tofalo.

Al termine dell’incontro la delegazione nipponica ha messo in risalto che “l’Italia rappresenta per il Giappone uno dei principali Paesi occidentali con cui dialogare e cooperare nello sviluppo e nella ricerca tecnologica”.

La riunione ha rinnovato e rafforzato le relazioni bilaterali, già ottime, tra i due Paesi. Nel 2017, infatti, Italia e Giappone hanno firmato il Memorandum sullo Scambio e la Cooperazione in ambito Difesa e l’Accordo di scambio fra il Governo Italiano e il Governo giapponese di Materiale e Tecnologia della Difesa.

Le prime reazioni diplomatiche tra Giappone e Italia risalgono al 25 agosto 1866, con il Trattato di Amicizia e di Commercio. Nei 150 anni trascorsi dalla firma, le relazioni tra i due Paesi sono state costantemente amichevoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore