Italia-Messico: la CaMexItal annovera 97 soci, tra cui Leonardo, ENI, Marcegaglia Carbon Steel, Magaldi Power, Campari, Ferrero, Italian Exhibition Group e altre

ROMA. L’esempio della CaMexItal in Italia è un modello da promuovere in tutta Europa.

“In meno di un anno – ha spiegato l’Ambasciatore del Messico in Italia Carlos García de Alba introducendo i lavori dell’Assemblea ordinaria dei soci tenutas, nei giorni scorsi a Roma, nella sede dell’Ambasciata del Messico in Italia – la Camera di Commercio del Messico in Italia, ha raggiunto quasi 100 soci, un traguardo straordinario”.

Un momento dell’Assemblea dei soci di CaMexItal

La Camera di Commercio del Messico in Italia (CaMexItal) annovera 97 soci tra cui aziende come: Leonardo, Eni, Marcegaglia Carbon Steel, Magaldi Power, Campari, Ferrero, Italian Exhibition Group, Grupo Bimbo, Grupo Orbia, Juego de Pelota, Zoomarine, Aeromexico, Alpha Yachts, Roadhouse e decine di altre imprese italiane e messicane.

La Camera di Commercio del Messico in Italia (CaMexItal) annovera 97 soci tra cui aziende come: Leonardo, Eni, Marcegaglia Carbon Steel, Magaldi Power, Campari, Ferrero, Italian Exhibition Group, Grupo Bimbo, Grupo Orbia, Juego de Pelota, Zoomarine, Aeromexico, Alpha Yachts, Roadhouse e decine di altre imprese italiane e messicane.

La Camera di Commercio del Messico in Italia (CaMexItal) annovera 97 soci tra cui Leonardo, ENI, Marcegaglia Carbon Steel, Magaldi Power, Campari, Ferrero, Italian Exhibition Group, Grupo Bimbo, Grupo Orbia, Juego de Pelota, Zoomarine, Aeromexico, Alpha Yachts, Roadhouse e decine di altre imprese italiane e messicane.

Insieme alla presidente di CaMexItal, Letizia Magaldi, hanno partecipato all’assemblea Stefano Lo Savio (Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), Luigi de Chiara (in videocollegamento dal Messico) Ambasciatore dell’Italia in Messico e Luca Passariello Head of Business promotion Sace.

L’intervento di Letizia Magaldi, presidente di CaMexItal

Riconosciuta, ad aprile scorso, dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy e iscritta all’Albo delle Camere di Commercio di Unioncamere, CaMexItal ha la missione di operare per favorire lo sviluppo dei rapporti economico-commerciali, turistici, industriali, finanziari, scientifici e culturali tra il Messico e l’Italia, puntando ad incrementare gli investimenti e la collaborazione tecnologica tra i due paesi. La Camera supporta lo sviluppo dell’imprenditoria, agevola l’accesso a dati, servizi e modelli di successo, e offre indicazioni, spunti di indirizzo e contributo a livello di Sistema Paese, anche con elaborazione di proposte ad hoc per le istituzioni, per lo sviluppo delle relazioni Messico-Italia.

“A noi risulta – ha detto Carlos García de Alba– che in Europa una Camera di Commercio messicana ci sia solo in Spagna, Francia e nel Regno Unito. L’esempio italiano della CaMexItal è un modello da esportare in altri Paesi, perché si sta mostrando uno strumento valido e utile. Penso, inoltre, sia il caso di pensare di ampliare la presenza della Camera di Commercio oltre che a Roma anche a Milano”.

“Il Messico è un Paese prioritario per gli investimenti italiani – ha sottolineato Letizia Magaldi, presidente di CaMexItal -. Il lavoro svolto negli ultimi anni, dapprima come Associazione Economica del Messico in Italia e ora come CaMexItal, sta trovando riscontri molto positivi di cui siamo tutti molto orgogliosi. Oggi siamo a 97 soci, contiamo di diventare 100 entro la fine dell’anno. Nel 2024 si celebrerà il 150° anno dei rapporti diplomatici tra Italia e Messico e, in tale cornice, si terrà il Business & Investment Forum Italia-Messico, co-organizzato dalla nostra CaMexItal con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano”.

L’Assemblea ha ratificato le nuove deleghe per i seguenti settori. Tecnologia, Angelo Pansini, General Management Business & Operations Chief of Staff di Gruppo Leonardo; Parchi Industriali, Claudio Martini, Presidente di Isopan e Board Member IsoCindu (Manni Group); Food & Beverage, Aldo Davoli, Director Public Affairs di Campari Group; Sanità, Marco Nicoli, CEO di TESI Elettronica e Sistemi Informativi S.p.A; Energia, Claudio Rodriguez-Galan, Partner di Holland & Knight Studio Legale; Start-Up, Gianmatteo Nunziante, Founding Partner di Nunziante Magrone Studio Legale; Innovazione Digitale,  Gennaro Migliore; Moda e Lusso, Laura Rossi, Presidente di Crea Italia Connections; Turismo: Massimo Ariello, CEO di Meca International; Gastronomia, Diana Beltran, AD di Meita Srl.

DATI ITALIA MESSICO

La vicinanza geografica con gli Stati Uniti, la solidità finanziaria, la stabilità della valuta, la presenza di incentivi fiscali, l’apertura al commercio internazionale, il costo del lavoro relativamente basso e una manodopera giovane sono solo alcuni dei punti di forza del Messico.

Il Paese è l’unica geografia dell’area ad essere realmente inserita all’interno delle catene del valore regionali e globali ed è l’unica grande economia aperta dell’area, sia grazie alla sua posizione geografica strategica, che ai 14 accordi di libero scambio in vigore con Paesi che constano per oltre il 60% del Pil mondiale.

Con circa 130 milioni di abitanti e un Pil pari a 3.125,9 miliardi di dollari (Sace: link), il Messico è il secondo partner commerciale degli Stati Uniti e la 15^potenza economica in tutto il mondo.

Il Messico è diventato il primo partner commerciale dell’Italia in America Latina e il secondo partner commerciale in tutto il Continente americano, solo dopo gli USA. 

L’Italia è il terzo socio commerciale del Messico nei paesi dell’UE e il 12° a livello globale.

Nei primi 8 mesi del 2023 l’interscambio Italia-Messico ha registrato un incremento dell’8% rispetto ai primi 8 mesi del 2022.

I settori a maggior potenziale di business e investimento sono: automotive, aerospaziale, farmaceutico, infrastrutture, macchinari industriali, food, turismo. Economia circolare ed efficienza energetica importanti settori emergenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore