Kurdistan, aiuti giappponesi per le le Forze di Polizia locali

 

Tokio. Il Governo del Giappone ha fornito veicoli ed equipaggiamento per le Forze di Polizia del Kurdistan per un valore di circa 2 milioni di dollari. Secondo quando dichiarato dal direttore della Polizia di Erbil Abdulkhaliq Talaat, il programma di aiuto, realizzato attraverso un’agenzia delle Nazioni Unite (UNOPS), comprende veicoli, motociclette ed equipaggiamento di supporto per 30 stazioni di Polizia della regione.

“L’equipaggiamento viene fornito per le località di Erbil, Sulaimani, Duhok, Soran e in altre aree”, ha aggiunto il direttore della Polizia.

Alcune moto giapponesi donar alla Polizia del Kurdistan.

L’ambasciata del Giappone in Iraq ricorda che dal gennaio 2016 sono stati approvati dei nuovi pacchetti umanitari a supporto della stabilizzazione dell’area per un importo di 105 milioni di dollari. Dal 2012 inoltre sono stati già erogati aiuti per oltre 150 milioni di dollari. Secondo un comunicato della Nazioni Unite, è stato anche fornito supporto formativo per 55 agenti di polizia locali, focalizzando l’attenzione sul mantenimento della legge secondo gli standard dei diritti umani e dei diritti delle donne.

Il Giappone, secondo quanto dichiarato dal capo del Consolato giapponese ad Erbil, intende mantenere gli aiuti in Iraq e Kurdistan fino alla fine della crisi e fino al raggiungimento di una pace duratura.

Autore