Leonardo: consegnata l’ultima nave aggiornata alla Royal Bahrain Naval Force

Roma. Nel corso di una cerimonia svoltasi la scorsa settimana a Mina Salman nel quartier generale della Royal Bahrain Navy, Leonardo ha consegnato “Al Taweelah”, ultima di sei unità navali aggiornate, dopo il completamento di tutti i test di accettazione in mare (Integrated Sea Acceptance Test – ISAT). Questo importante risultato completa un accordo firmato da Leonardo nel 2015 con la Difesa del
Bahrain.

Come per le unità precedenti, l’aggiornamento di Al Taweelah include un nuovo sistema di controllo del combattimento, servizi di addestramento e supporto logistico. Grazie al nuovo Combat Management System (CMS) di Leonardo, un esempio dell’elevato livello tecnologico espresso dall’azienda, la nave è adesso in grado di integrare e coordinare in tempo reale tutte le informazioni provenienti dai vari sensori sul campo.

Il CMS infatti abilita il coordinamento dei sistemi d’arma in termini di valutazione della minaccia, pianificazione delle operazioni e controllo dell’armamento durante la fase di combattimento.

Per le missioni navali il portafoglio di Leonardo comprende sistemi chiavi in mano di gestione del combattimento per missioni di sorveglianza e sicurezza marittima, cannoni navali, munizioni, sistemi subacquei per tutte le classi di navi militari, manned e unmanned, e sensori.

A questo si aggiunge l’offerta più avanzata per addestramento e manutenzione, sistemi satellitari e servizi per l’osservazione della Terra
e di geo-localizzazione per il monitoraggio ambientale e la sicurezza marittima. Oggi oltre 70 Marine internazionali hanno scelto i sistemi di Leonardo per equipaggiare più di 1.000 navi.

Il Bahrain, così come altri paesi della Regione del Golfo, possono essere ulteriormente supportati dall’esperienza dell’azienda nel settore navale, dove Leonardo vanta numeri da record nell’aggiornamento di corvette, pattugliatori offshore e fregate, così come nell’ambito terrestre, grazie a soluzioni completamente integrate, sistemi di combattimento e programmi di manutenzione a costi competitivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore