Libano del Sud: esercitazione di soldati italiani, francesi, finlandesi, irlandesi e malesi. Testata la capacità di risposta della riserva tattica

Shama (Libano del Sud). Una Task force italiana, unitamente ad assetti francesi e finlandesi e a due plotoni irlandese e malese sono stati i protagonisti della RITEX (Reserve Integrated Tactical Exercise).

Un momento dell’esercitazione

 L’attività, pianificata e coordinata della Joint Task Force Lebanon – Sector West, ha voluto testare le capacità di coordinamento e cooperazione dei vari assetti che compongono la riserva, unità tatticamente indispensabili per assicurare il margine di manovra di cui necessita la missione in Libano UNIFIL.

Un ruolo cardine è stato hanno rivestito dalle comunicazioni.

Nella verifica dell’interoperabilità tra i vari assetti anche la realizzazione di un posto comando tattico (Tactical Command Post) deputato alla gestione e supervisione delle attività addestrative delle varie articolazioni e centro nodale delle attività C4i (Comando controllo computer comunicazione intelligence).

Mezzi UNIFIL in Libano

Il confronto tra contingenti ha rappresentato un momento di crescita professionale e di miglioramento delle capacità di gestione, interazione e cooperazione per i peacekeeper che quotidianamente operano in una Area di responsabilità di oltre 650 chilometri quadrati tra il fiume Litani e la Blue Line.

Una postazione lungo la Blue Line

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore