Libia, a Parigi vertice con Al Serraj e Haftar. Fonti della Presidenza Macron sostengono che l’Italia non sarà fuori

Parigi. Amici italiani, tranquilli noi siamo con voi. Dalla sede del Presidente francese, Emmanuel Macron, l’Eliseo i funzionari hanno ragionato così, spiegando all’Ansa che l’Italia è “strettamente coinvolta nell’iniziativa sulla Libia” di domani.

Fayez al Sarai

La Celle-Saint-Cloud, vicino Parigi, sarà così il centro decisionale per il Paese nord africano. Qui si riuniranno i due rappresentanti dei Governi di Tripoli, Fāyez Muṣṭafā al-Sarrāj (filo occidentale) di Tobruk con il generale Khalifa Belqasim Haftar.

“Anche questa mattina abbiamo avuto scambi molto intensi con Roma”, hanno continuato le fonti presidenziali. La Francia lavora e vuole continuare a ‘lavorare strettamente con l’Italia sull’insieme delle iniziative’ riguardanti la Libia.

Il generale Haftar

Quella di domani non è affatto un’iniziativa esclusiva, hanno aggiunto le fonti dell’Eliseo all’agenzia di stampa italiana, aggiungendo che Parigi “è molto rispettosa della forte relazione tra l’Italia e la Libia e con l’Italia abbiamo rapporti molto stretti”.

L’obiettivo è associare tutti, Italia inclusa. “Abbiamo tenuto a informare i Paesi frontalieri sia i Paesi impegnati in Libia”, hanno concluso dalla sede del capo dello Stato francese.

In una nota, si legge che Francia vuole dare “il suo contributo agli sforzi per costruire un compromesso politico sotto l’egida delle Nazioni Unite che riunisca su una base inclusiva l’insieme dei differenti attori libici”.

Autore