Marina Militare: la formazione e la professionalità dei “Marinai” sono un patrimonio per il nostro Paese.

di Lia Pasqualina Stani

Dall’Arsenale di Venezia, sede dell’Istituto di Studi Militari Marittimi, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare (Ca.S.M.M.), ammiraglio di squadra Valter Girardelli, di autorità militari e civili è stato inaugurato l’Anno Accademico 2018-2019 di tutti gli Istituti di Formazione della Marina Militare. Oltre a quelli veneziani erano presenti alla cerimonia, grazie al collegamento in videoconferenza, anche l’Accademia di Livorno, le Scuole Sottufficiali di Taranto e della Maddalena e la Scuola delle Telecomunicazioni delle Forze Armate di Chiavari.

 

Marina Militare e Università di Venezia “Ca ‘ Foscari” un rapporto di sinergica collaborazione consolidato nell’ultimo triennio

<<Il nuovo anno addestrativo – ha spiegato l’ammiraglio Girardelli- segna, per i frequentatori, l’inizio di un percorso didattico che li porterà ad affrontare nuove sfide, a confrontarsi con problematiche più complesse o semplicemente diverse da quelle già trattate e a guardare il mondo con differenti prospettive e con strumenti didattici sempre più efficaci, funzionali ed efficienti>>.

Per tutti gli allievi degli istituti di formazione della Marina Militare, l’apertura dell’anno accademico stabilisce l’avvio del percorso annuale, verso la professione del “Marinaio”. Scelta consapevole che diventa certezza grazie alla realizzazione concreta di una vita professionale avvincente al servizio del Paese e di tutta la collettività, ma anche all’ampliamento delle possibilità formative attraverso una proficua e pluriennale collaborazione con diverse Università italiane tra cui Bari, Pisa, Genova, Trieste, Modena, Reggio Emilia, Parma, Roma Tor Vergata e Venezia.

“Formare” personale competente, responsabile e preparato è  un obiettivo primario e necessario per la Forza Armata. Infatti, attraverso i suoi istituti e le scuole di formazione, la Marina Militare garantisce un percorso di studi completo che va dall’istruzione di base alla preparazione di tipo universitario. Il tutto al passo con una veloce evoluzione dello sviluppo tecnologico, delle nuove costruzioni navali e con le nuove sfide con le quali la Marina è chiamata a confrontarsi ogni giorno in ambito nazionale ed internazionale. Una formazione, insomma, tecnico-professionale improntata sui valori etici e morali che da sempre ne contraddistinguono gli uomini e le donne di ogni ordine e grado.

Il compito degli istituti di formazione, delle scuole e dei centri di addestramento, quindi, è quello di contribuire alla creazione di quelle figure professionali chiamate ad operare nei molteplici contesti in cui la forza armata è impegnata, come ad esempio le operazioni di sicurezza marittima. Per poter raggiungere gli obiettivi formativi è richiesta, ai frequentatori, grande forza di volontà, determinazione e applicazione per superare le numerose sfide che questo percorso presenta, affrontando gli ostacoli con un alto senso del dovere.

Il Magnifico Rettore dell’Università di Venezia “Ca’ Foscari”, professor Michele Bugliesi

Nell’occasione dell’Inaugurazione dell’Anno Accademico 2018/2019, il Magnifico Rettore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, professor Michele Bugliesi, ha tenuto una Lectio Magistralis dal titolo “Le sfide della Cyber Security” durante la quale ha sottolineato <<il proficuo rapporto di collaborazione con la Forza Armata che vede la condivisione di contenuti ed esperienze di docenza. Rapporto che è cresciuto nell’ultimo triennio grazie a nuovi e stimolanti sinergie. […] Con un programma di studi di ottimo livello che suscita interesse per gli allievi della Marina>>.

Durante l’evento sono stati consegnati premi e distintivi d’onore agli allievi che, nel corso del precedente anno, si sono distinti per attitudine professionale e rendimento degli studi.

il Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Valter Girardelli consegna un premio ad un allievo del precedente anno accademico

Conosciamo, nel dettaglio, quali sono gli Istituti formativi della Marina Militare:

L’Accademia Navale di Livorno, “palestra di vita marinara”, forma i futuri dirigenti della Marina Militare. Gli Ufficiali frequentano i corsi di addestramento e istruzione dopo aver superato percorsi di selezione e di formazione impegnativi ed estremamente selettivi. Sono necessarie qualità come motivazione, dedizione, spirito di sacrificio, capacità di applicazione, resistenza fisica e mentale. Gli Ufficiali conseguono lauree diverse a seconda del corpo di appartenenza: laurea in Scienze Marittime e Navali per il Corpo di Stato Maggiore, in Ingegneria Navale o in Ingegneria civile ed ambientale per il Corpo del Genio Navale, in Ingegneria delle Telecomunicazioni per il Corpo delle Armi Navali, in Medicina e Chirurgia per il Corpo Sanitario Militare Marittimo, in Giurisprudenza per il Corpo di Commissariato Militare Marittimo ed in Scienze dell’Amministrazione e Governo del Mare per il Corpo delle Capitanerie di Porto.

La Scuola Sottufficiali di Taranto opera per sviluppare le attitudini necessarie ad assolvere i compiti previsti per ruolo, categoria e specialità di appartenenza formando gli Allievi Marescialli del Corso Normale e Complementare, con percorsi formativi di livello universitario e addestramento formale e militare, per fornire solidi basi professionali ed etico-militari, arricchite anche dalla campagna d’istruzione estiva su Nave Palinuro. L’Istituto forma inoltre i Sergenti tramite corsi di aggiornamento e formazione professionale, ed i Volontari in Ferma Prefissata di 4 e di 1 anno.

Allievi degli Istituti di Formazione della Marin Militare in schieramento

La Scuola Sottufficiali di La Maddalena provvede alla formazione etico-militare e tecnico-professionale del personale non direttivo della Marina Militare appartenente alle seguenti categorie: Nocchieri; Tecnici di Macchina e Nocchieri di Porto. A favore del suddetto personale vengono attivati i seguenti corsi: corso Sergenti; corsi VFP4; corsi per abilitazione alla condotta costiera di Motovedette delle Capitanerie di Porto; corsi di abilitazione alla condotta d’altura di Motovedette della Capitaneria di Porto; corsi di condotta motori endotermici e Guardia in plancia per Sottufficiali Nocchieri. Unitamente al personale della Marina Militare, presso la Scuola Sottufficiali di La Maddalena viene addestrato anche il personale appartenente ad altre Forze Armate, Corpi ed Enti Armati dello Stato (Esercito, Aeronautica, Carabinieri) per il conseguimento di abilitazioni alla condotta di Unità Navali d’altura e costiera e per la condotta di motori installati sulle medesime unità.

La Scuola Navale “Francesco Morosini” è una scuola di istruzione di secondo grado dove si svolgono gli ultimi tre anni del liceo scientifico e classico tradizionale il cui obiettivo è quello di istruire i giovani e suscitare in essi l’interesse alla vita sul mare orientandoli verso le attività ad esso connesso, integrandolo con una formazione pre universitaria di eccellenza che consenta ai frequentatori sbocchi professionali di prestigio, non indirizzati esclusivamente all’arruolamento nelle Forze Armate, ma anche all’impiego nel mondo civile.

L’Istituto di Studi Militari Marittimi è stato trasferito nella sede dell’Antico Arsenale di Venezia nel 1999, dove continua ad assicurare la formazione avanzata degli Ufficiali di tutti i Corpi della Forza Armata mediante l’effettuazione del Corso Normale di Stato Maggiore. Dal 2014 tale corso è stato riconosciuto anche come Master post universitario executive di 2° livello in “Studi Strategici e Sicurezza Internazionale” dalla prestigiosa Università Ca’ Foscari e, per tale ragione, è stato aperto anche agli studenti civili. Dal 2019 il Corso Normale di Stato Maggiore sarà modificato con l’attivazione di un modulo di quattro settimane, interamente in lingua inglese, al quale potranno essere ammessi anche Ufficiali delle Marine di Paesi esteri. L’Istituto organizza seminari, convegni, cicli di conferenze e riunioni su molteplici argomenti di interesse della Marina Militare, impiegando a tal fine il suo Centro Studi, il quale, oltre a costituire un prezioso centro di documentazione, aperto anche a qualificati studiosi e ricercatori esterni, assicura altresì la redazione e diffusione di pubblicazioni periodiche, contribuendo efficacemente a sostanziare il ruolo di Polo Culturale che la Forza Armata ha assegnato all’Istituto di Studi Militari Marittimi.

La Scuola Telecomunicazioni delle Forze Armate rappresenta, il punto di riferimento della Difesa per la formazione avanzata e addestramento del personale civile e militare nel settore delle Telecomunicazioni, Telematica, Informatica, Sicurezza delle Informazioni e della “Cyber Defence”. La Scuola ha dipendenza funzionale, per gli aspetti connessi con l’attività di formazione, con lo Stato Maggiore della Difesa. Ogni anno l’Istituto ospita più di un migliaio di frequentatori per la frequenza di corsi di vario livello, da quello basico a quello avanzato, fino al più elevato di alta Formazione Universitaria.

(Foto Marina Militare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore