Missioni UE per sicurezza e difesa: la guida passa all’Italia

Roma. La carica di Direttore del Civilian Planning and Conduct Capability (CPCC) viene assunta dal Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Coppola: la direzione del Servizio Europeo per l’Azione Esterna preposta alla pianificazione e alla conduzione delle missioni civili della UE, si svolge nell’ambito della politica europea di sicurezza e difesa e comprende il Comando delle Operazioni Civili, o COC, dell’Unione.
Il Generale Coppola ha ricoperto in passato gli incarichi di Capo di Stato Maggiore del Comando Unità Mobili e Specializzate Carabinieri “Palidoro”, è stato Capo Nucleo Avanzato e Capo di Stato Maggiore del Reggimento Carabinieri Multinational Specialized Unit (MSU) a Sarajevo. È stato uno degli ideatori del moderno concetto di polizia di stabilità, oggi elaborato in una specifica dottrina NATO di cui l’Arma dei Carabinieri è custode.
Laureato in Scienze Politiche e in Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna, con master in Scienze Strategiche, il Generale Coppola ha condotto due missioni delle Nazioni Unite in Somalia per proporre un progetto finalizzato alla ricostituzione di quella polizia nazionale, è stato Comandante del Reggimento Carabinieri MSU nell’ambito della missione KFOR a Pristina, in Kosovo, Capo del Team NATO di assistenza alla Macedonia a Skopje, ha prestato servizio presso il Segretariato Generale del Consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles ed è stato Comandante della European Union Police Mission in Bosnia – Erzegovina.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore