Omnispace e Thales Alenia Space: lanciato dagli Stati Uniti il nanosatellite Omnispace Spark 1TM

Tysons (Virginia- Stati Uniti). Omnispace e Thales Alenia Space, una joint venture Thales (67%) e Leonardo (33%), hanno annunciato che il nanosatellite Omnispace Spark – 1TM  è stato lanciato con successo da SpaceX.

Il nanosatellite Omnispace Spark – 1TM  è stato lanciato con successo da SpaceX

Denominato “Omnispace SparkTM”, il programma rappresenta il primo step dello sviluppo e della consegna della prima rete globale ibrida al mondo.

Thales Alenia Space ha progettato e realizzato il satellite, parte di una comessa iniziale di due satelliti, nell’ambito del programma Omnispace Spark.

Il satellite di nuova generazione (NGSO) in  orbita terrestre bassa (LEO) opererà in banda S GHz.

Omnispace Spark supporterà lo standard dell’industria della telefonia mobile 3GPP, in banda n256[1], rendendo possibile la connettività diretta con qualsiasi dispositivo compatibile.

Questo programma servirà allo sviluppo e all’implementazione della rete globale ibrida non terrestre (NTN) di Omnispace.

“Omnispace sta reinventando le comunicazioni di telefonia mobile grazie alla realizzazione di una rete ibrida globale che andrà a beneficio degli utenti che richiedono reale mobilità, ovunque – –  ha dichiarato Ram Viswanathan, presidente e CEO di Omnispace LLC -. Siamo soddisfatti del lavoro che Thales Alenia Space, con il suo team di innovatori di primo livello, ha fatto per progettare e realizzare Omnispace Spark. Con il loro aiuto stiamo rendendo possibile la nostra visione di un’unica rete ibrida globale”.

“Sono davvero entusiasta del lancio avvenuto con successo di Spark 1, il nanosatellite da 15 kg che abbiamo realizzato con Nanoavionics, Syrlinks e ANYWAVES – ha dichiarato Hervé Derrey, CEO di Thales Alenia Space -. Questo risultato riflette la nostra capacità di sviluppare nuove soluzioni per lo spazio in collaborazione con PMI innovative e di affrontare le nuove esigenze del mercato. Siamo convinti che la fusione tra la nostra  comprovata esperienza nella realizzazione di satelliti e  l’agilità che ci contraddistingue sia la chiave per soddisfare con successo il mercato spaziale in evoluzione”.

Spark 1 è stato messo in orbita a bordo di un Transporter SpaceX.

Exolaunch ha fornito i servizi di lancio, gestione della missione, integrazione e dispiegamento.

Con Thales Alenia Space a capo, in qualità di primo contraente, il programma Omnispace Spark include i seguenti partner industriali:

NanoAvionics che fornirà le piattaforme satellitari, il supporto al lancio e alle operazioni in orbita, ANYWAVES le antenne utente e Syrlink gli strumenti in banda S del carico utile.

“Il successo del lancio di Omnispace Spark 1 rappresenta anche una collaborazione di successo tra il NewSpace e lo spazio tradizionale, con il relativo e consistente scambio tecnologico con Thales Alenia Space –  ha aggiunto Vytenis J. Buzas, fondatore e CEO di NanoAvionics -.

Certamente entrambe le aziende hanno dovuto adattare i loro processi e trovare un compromesso comune. Lavorando con un primo contraente dell’ambito satellitare tradizionale, abbiamo acquisito un’esperienza preziosa e siamo stati in grado di migliorare ulteriormente i nostri processi di garanzia dell’affidabilità e le nostre prestazioni tecniche. Dall’altro lato, ci auguriamo che Thales Alenia Space abbia potuto beneficiare della nostra tecnologia modulare e della nostra  agilità “.

“Dopo aver dimostrato la nostra capacità di fornire antenne COTS (Commercial-Off-The-Shelf) – ha spiegato Nicolas Capet, CEO di ANYWAVES – siamo oggi molto orgogliosi di mostrare le nostre capacità nell’ambito dei payload. Sostenere grandi progetti spaziali, come Omnispace SparkTM, insieme a Thales Alenia Space, è motivo di grande orgoglio anche per ANYWAVES”.

“Siamo molto orgogliosi di essere stati coinvolti nello sviluppo della prima fase di questa costellazione satellitare Internet delle cose (IoT) – ha detto Eric Pinson, direttore dell’attività Spazio di Syrlinks -. Vorremmo ringraziare Thales Alenia Space per essersi affidata a Syrlinks per la progettazione di una specifica apparecchiatura New-Space, la strumentazione del payload a radiofrequenza con capacità di ricevere, elaborare e trasmettere segnali dedicati all’IoT” – ha dichiarato Eric Pinson, direttore dell’attività Spazio di Syrlinks – .

La capacità 5G di una singola rete globale trasformerà le industrie e servirà come infrastruttura di comunicazione per sostenere le economie del 21° secolo.

La rete consentirà agli operatori di telefonia mobile e ai rivenditori a valore aggiunto di rafforzare l’innovazione, alimentare le industrie e collegare miliardi di utenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Autore