Polizia di Stato: concluso il secondo training formativo per una delegazione di magistrati e alti funzionari della Polizia Giudiziaria e del NBI dell’Albania

ROMA. Si è concluso, oggi, il secondo ciclo di training formativo di una settimana per una delegazione di magistrati della Procura Speciale Anticorruzione e contro il crimine organizzato (SPAK) e alti funzionari della Polizia Giudiziaria albanese e del NBI (National Bureau of Investigation).

Un momento degli incontri per la formazine dei magistrati albanesi

A conclusione dei lavori la delegazione albanese è stata ricevuta dal Prefetto Vittorio Rizzi, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Direttore Centrale della Polizia Criminale.

L’incontro giunge al termine di una settimana di training operativo rivolto a favore dei suddetti magistrati e investigatori presso la Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, la Direzione Investigativa Antimafia (DIA), la Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (DCSA), la Direzione Centrale della Polizia Criminale e le strutture investigative di massimo livello della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Inoltre, con lo scopo di rafforzare la cooperazione bilaterale tra Italia ed Albania, sono state messe a disposizione dei colleghi albanesi le best practices nazionali su alcuni temi strategici quali la lotta alla criminalità organizzata, il narcotraffico, l’aggressione ai patrimoni illeciti con l’utilizzo delle specifiche misure di prevenzione, nonché le peculiarità operative del Servizio di Polizia Scientifica e del Servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni.

L’importante attività di formazione operativa è finanziata dal progetto dall’Unione Europea – European Union for Law Enforcement in Albania (EU4LEA), guidato dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale con la partecipazione anche di Austria e Spagna.

Il principale obiettivo del progetto è quello di sostenere l’Autorità Giudiziaria e le Forze di Polizia albanesi nel rafforzamento delle capacità di contrasto alla criminalità organizzata e alla corruzione di alto livello, nell’ottica di un allineamento dell’Albania agli standard europei per l’ingresso nell’Unione Europea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore