Polizia Stradale: il Corpo tira le somme delle attività svolte nel 2023

ROMA. È tempo di bilanci e come tutti gli anni, la Polizia Stradale, Specialità della Polizia di Stato, tira le somme delle attività svolte nel 2023.

Nell’anno appena trascorso la Polizia Stradale ha rafforzato il controllo di strade e autostrade impiegando 425.261 pattuglie (il 2% in più rispetto al 2022) che hanno controllato 1.934.385 persone (nell’anno precedente erano state 1.782.491) e contestato 1.791.320 infrazioni (il 26% in più rispetto al 2022).

Le violazioni accertate per eccesso di velocità sono state 739.704 (nel 2022 erano state 421.973).

Sono state ritirate 34.315 patenti di guida e 43.187 carte di circolazione.

Sono stati, infine, decurtati 2.992.834 punti patente (l’anno precedenti le patenti ritirate erano state 30.307; 39.667 le carte di circolazione ritirate e  2.089.469 i punti patente decurtati).

I conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 640.044, di cui 13.594 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica mentre quelli denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono stati 1.300.

I veicoli sequestrati per la confisca sono stati 831.

La Polizia Stradale in campocon il Giro d’Italia

Sono diventate 176 le tratte autostradali – pari a 1.670 chilometri – sulle quali la Polizia Stradale controlla la velocità media attraverso il “Tutor” che, dal 1 gennaio al 27 dicembre, ha rilevato 372.532 infrazioni per superamento dei limiti di velocità.

Il fenomeno infortunistico ha registrato una riduzione rispetto al 2022 con 44.778 incidenti rilevati dalla Polizia Stradale contro i 45.387 del 2022).

Gli incidenti mortali sono stati 449 (nel 2022 erano 521) e anche il numero delle vittime (495) sono diminuite rispetto all’anno precedente con una riduzione del 17,1%.

Inversione di tendenza anche per gli incidenti con feriti che nel periodo in esame sono stati 15.760 contro i 16.402 dello stesso periodo del 2022 (-3,9%) con 24.701 feriti (il 2,7% in meno rispetto al 2022 in cui ci sono stati 25.374 feriti).

Sono proseguiti i controlli nel settore del trasporto professionale che ha visto impegnati 12.877 operatori, tra poliziotti e dipendenti del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, che hanno controllato 22.254 veicoli pesanti, accertando 17.089 infrazioni e ritirando 269 patenti e 626 carte di circolazione.

Particolarmente efficace è stata anche l’attività di Polizia Giudiziaria che ha consentito di assicurare alla giustizia complessivamente 15.575 persone di cui 642 arrestate e 14.933 denunciate in stato di libertà.

Oltre 3.500 chili di sostanze stupefacenti sequestrate e 446 i veicoli oggetto di riciclaggio sequestrati.

Gli esercizi pubblici controllati sono stati 4.193 di cui 1.404 autofficine, 996 autorivendite, 526 autoscuole, 472 carrozzerie, 412 agenzie di pratiche automobilistiche, 79 autodemolizioni e 304 altri esercizi.

I controlli della Polizia di Stato

Sono state 1.989 le infrazioni rilevate di cui 1.857 per le quali è prevista una sanzione amministrativa e 132 di rilevanza penale.

Anche sul fronte della prevenzione, la Polizia Stradale è costantemente impegnata nelle iniziative di prossimità volte ad accrescere la consapevolezza del pericolo che si corre sulla strada a causa di condotte scorrette o azzardate.

È infatti l’attività di prevenzione la via privilegiata per contrastare l’incidentalità stradale che, per i giovani fino a trent’ anni, rappresenta la prima causa di morte. Prevenzione da attuarsi non solo, attraverso un’azione di controllo capillare, ma anche attraverso la modifica dei comportamenti dei conducenti.

Per questo, progetti di sensibilizzazione come ICARO, BICISCUOLA, CHIRONE ED ANIA CARES, GUIDA E BASTA, INVERNO IN SICUREZZA E VACANZE SICURE, INCROCI, ma anche mezzi quali il Camper e il Pullman Azzurro con le loro particolari dotazioni, rappresentano gli strumenti con i quali la Polizia Stradale promuove la cultura della legalità.

Complessivamente sono state oltre duecento mila i ragazzi che la Polizia Stradale ha incontrato in occasione dei numerosi interventi di educazione stradale, e che ha coinvolto in attività formative sempre nuove ed efficaci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore