A Sigonella in funzione un nuovo radar a servizio dell’AM e dei voli civili

Sigonella (Catania). L’aeroporto di Sigonella ha un nuovo radar, capace di venire incontro alle mutate esigenze sia per i compiti dell’Aeronautica che a servizio dell’Aeroporto Civile di Catania Fontanarossa.
A giugno si sono concluse le oeprazioni di certificazione che, a seguito delle attività di riprinstino e i ammodernamento, hanno consentito la sostituzione del vecchio radar di riserva con uno più efficiente e performante.

Ammodernamento Radar di Sigonella

I lavori di ammodernamento sono inizizati ad Aprile a cura del personale dell’Aeroporto di Sigonella unitamente a specialisti della 4ª Brigata Telecomunicazioni e Sistemi per la Difesa Aerea e l’Assistenza al Volo dell’AM di Borgo Piave.
L’AM supporta l’Aeroporto di Catania Fontanarossa che è uno degli scali di interesse nazionale con particolare rilevanza strategica con 90 mila avvicinamenti assicurati nel 2017, mentre nell’anno 2018 si prevede di superare i 100 mila.
Fontanarossa si trova nella zona di controllo (CTR) di Sigonella, e sono per questo continui gli interscambi dell’AM con l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC), l’Ente Nazionale per l’assistenza al Volo (ENAV) e la Società di gestione (SAC) del citato Aeroporto, sia per ottimizzare le interagenzie delle attività volative che per analizzare le eventuali modifiche all’attuale architettura dello spazio aereo in previsione futura.

Panoramica del radar principale di Sigonella

Il Comando Aeroporto dell’AM di Sigonella, oltre a fornire il supporto tecnico-logistico-amministrativo-operativo agli Enti ivi rischierati ed in transito (compresi i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo), è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo denominata “Catania CTR”, che comprende i cieli della Sicilia orientale e dei mari adiacenti, ivi compresi gli Aeroporti civili di Catania-Fontanarossa e Comiso e quello militare di Sigonella. Il tutto nel pieno rispetto delle procedure per assicurare il massimo livello di sicurezza del volo.
I controllori AM del traffico aereo (Air Traffic Controllers – ATC), assicurano un servizio di fondamentale importanza per il Paese, garantendo il controllo del traffico aereo 365 giorni l’anno 24 ore su 24.
Il traffico aereo viene così regolato ed ottimizzato, prevenendo rischi di collisioni e garantendo un flusso ordinato di aeromobili, sia attraverso l’applicazione di procedure standardizzate e grazie all’utilizzo di sistemi di comunicazione quali i radar di sorveglianza. In particolare, viene gestito – a vista – il traffico dell’Aeroporto di Sigonella e gli aeromobili in volo nelle immediate vicinanze, mentre – mediante l’utilizzo del sistema radar – vengono guidati gli aeromobili dalla fase di navigazione fino all’ultima fase dell’avvicinamento e – subito dopo la partenza – sino a quando gli stessi non si sono stabilizzati in aerovia.

Operatori in sala radar di Sigonella

Il Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Francesco Frare, riguardo ai lavori che interessano il radar ha sottolineato che “Per gli uomini e le donne dell’Aeronautica Militare, impegnati 24 ore su 24 per la sicurezza dei cieli nazionali e dei cittadini, l’ammodernamento del nostro radar è stata un’azione necessaria per essere pronti a qualsiasi eventualità al fine di garantire il costante assolvimento dei compiti assegnati, tendendoci continuamente aggiornati ed ampliando il nostro campo di azione per una reale e sinergica utilità ed integrazione con tutte le altre Forze Armate e con le varie Istituzioni insistenti sul Territorio, sia esse pubbliche che private”.

Autore