Ucraina: Londra fornisce a Kiev i missili Storm Shadow

Di Fabrizio Scarinci

LONDRA. Secondo quanto si è avuto modo di apprendere, il Regno Unito avrebbe consegnato (o si starebbe accingendo a consegnare) un certo numero di missili da crociera aviolanciabili MBDA “Storm Shadow” alle Forze Armate ucraine.

Un missile Strom Shadow

Un missile Storm Shadow esposto in un noto salone aerospaziale

Caratterizzati da un raggio d’azione di oltre 560 km, da un CEP (Calculate Error Probabiliy) di pochissimi metri, da un design a bassa osservabilità e dalla capacità di volare a quote bassissime seguendo le pieghe del terreno, questi sistemi, in servizio, tra l’altro, anche con l’AM, si configurano come strumenti dall’elevato impatto strategico pensati per neutralizzare o danneggiare pesantemente una vasta gamma di obiettivi altamente paganti (come porti, aeroporti, caserme, centri di comando e controllo, centri logistici o infrastrutture energetiche) eventualmente collocati in profondità nel territorio nemico.

Rappresentazione grafica di un Eurofighter. Tra i suoi armamenti figurano anche due Storm Shadow

Naturalmente, anche in ragione delle non banali conseguenze che un loro eventuale utilizzo sul suolo russo potrebbe avere, i vertici politici e militari britannici avrebbero preventivamente concordato con quelli di Kiev (e, presumibilmente, con quelli degli altri Paesi occidentali) di limitare l’impego di questi missili al solo scopo di colpire obiettivi militari situati in territorio ucraino.

Al momento, le tempistiche con cui tali sistemi dovrebbero diventare pienamente operativi non sono state ancora rese note, così come non sembrerebbero esserci informazioni su quali, tra i velivoli in loro possesso, gli ucraini avrebbero scelto di integrarli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore