Crisi Russia-Ucraina, la NATO si schiera a fianco di Kiev. Pieno sostegno alla sovranità e all’integrità territoriale del Paese

Bruxelles. Il Consiglio Nord Atlantico in una nota, diffusa poco fa, ha sostenuto che in vista dell’uso della forza militare da parte della Russia contro l’Ucraina vicino al Mar d’Azov e allo Stretto di Kerch, “gli alleati della NATO invitano la Russia a garantire un accesso senza ostacoli ai porti ucraini e consentire la libertà di navigazione”.

La NATO sostiene pienamente l’Ucraina

“Non vi è alcuna giustificazione per l’uso della forza militare da parte della Russia contro navi e personale navali ucraini – aggiunge la nota -. Chiediamo alla Russia di liberare i marinai ucraini e le navi sequestrate, senza indugio. E chiediamo calma e controllo”.

La NATO ribadisce il suo pieno sostegno “alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina entro i suoi confini e le acque territoriali internazionalmente riconosciuti”. Condanna fermamente “l’annessione illegale ed illegittima della Crimea da parte della Russia”, che l’Alleanza atlantica non riconosce e non riconoscerà.

“Il comportamento della Russia e l’apertura parziale del ponte sullo Stretto di Kerch – conclude la nota – rappresentano un’altra violazione della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina. La NATO sta con l’Ucraina e continuerà a fornire sostegno politico e pratico al Paese nel quadro della nostra cooperazione esistente”.

Il ponte sullo Stretto di Kerch

 

L’Alleanza continuerà a monitorare la situazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore