Marina Militare, sabato e domenica la Scuola Navale “Francesco Morosini” di Venezia apre le porte ai futuri allievi

Venezia. Sabato e domenica prossimi, la Scuola Navale Militare “Francesco Morosini” di Venezia aprirà le porte per consentire ai giovani e ai loro familiari di scoprire le particolarità dell’Istituto in piena attività e conoscere, da vicino, la vita degli allievi, in attesa dell’imminente pubblicazione del bando di concorso per l’anno scolastico 2019-2020,prevista entro la fine di febbraio.

La locandina dell’evento

Saranno tre i fine settimana (sabato e domenica) in cui l’Istituto offrirà la possibilità ai giovani aspiranti frequentatori, di visitare, da vicino l’Istituto Navale: 23 e 24 febbraio, 9 e 10 marzo.

Il Morosini è una Scuola d’istruzione di secondo grado dove si svolgono gli ultimi tre anni dei Licei Scientifico e Classico tradizionale, il cui obiettivo è quello di istruire i giovani e suscitare in loro l’interesse alla vita sul mare, orientandoli verso le attività ad esso connesso, integrando la preparazione con una formazione pre-universitaria di eccellenza che consenta ai frequentatori sbocchi professionali di prestigio, non esclusivamente indirizzati all’arruolamento nelle Forze Armate, ma anche all’impiego nel mondo civile.

Il percorso educativo e didattico della Scuola richiede un’applicazione costante e determinata in tutte le attività che scandiscono il ritmo quotidiano della vita dell’allievo, dove correttezza, ordine e senso del dovere devono essere posti al servizio della collettività.

Le lezioni scolastiche sono sviluppate secondo il piano di studi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e l’intero corpo docente è formato da insegnanti civili di questo Ministero.

I frequentatori si confrontano nelle discipline marinaresche, quali vela, canoa, canottaggio, nuoto e voga veneta, e sportive in genere (atletica leggera, basket, pallavolo, calcio e palestra), tutte sviluppate all’interno dell’Istituto stesso che, con i suoi impianti, mezzi ed imbarcazioni, rappresenta un riferimento sportivo e addestrativo di assoluto livello.

Gli Allievi fanno parte delle rappresentative d’Istituto e partecipano ai Campionati studenteschi ed a vari tornei extra – scolastici.

Dentro la Scuola sono presenti sistemi multimediali rispondenti alle rinnovate esigenze didattiche attuali. Completano questo bagaglio di esperienze attività formative ed addestrative invernali ed estive tra le quali: la settimana di ambientamento montano, la visita a Comandi ed Enti delle varie Forze Armate nonché le campagne d’istruzione navali estive sulle Navi Scuola della Marina Militare (“Nave Amerigo Vespucci” e “Nave Palinuro”) ed il modulo “Force Protection” presso la Brigata Marina San Marco di Brindisi.

Tali attività rappresentano un momento di crescita personale ed un’occasione di conoscenza e contatto con diverse realtà militari per una scelta più consapevole al termine del percorso scolastico triennale.

La Scuola Navale Militare “Francesco Morosini”, insieme all’Accademia Navale di Livorno ed alle Scuole Sottufficiali di Taranto e La Maddalena, appartiene al sistema degli Istituti di formazione della Forza Armata.

Accademia Navale di Livorno

Sono sempre più numerosi gli studenti che, ogni anno, decidono di avvicinarsi a questo avvincente percorso formativo ed educativo, cimentandosi nel selettivo iter concorsuale su scala nazionale che quest’anno consentirà l’ingresso a ben 72 allievi, 52 per il Liceo Scientifico e 20 per il Liceo Classico. Un’avventura che comincia con la presentazione della domanda ma che di fatto accompagna i ragazzi nel futuro e spalanca loro orizzonti lontani.

Alcuni culmineranno il percorso formativo presso il Morosini, scegliendo di concorrere per l’ammissione all’Accademia Navale di Livorno e diventare dei veri professionisti del mare.

L’ingresso dei visitatori sabato e domenica dovrà avvenire dal Corpo di Guardia sito in Viale Piave, 30/A Sant’Elena – Venezia e sarà consentito, in due gruppi separati, alle 9.30 ed alle 11.30, senza necessità di prenotazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore