Trasporto illecito di rifiuti, la Polizia Locale e Polizia Metropolitana di Roma Capitale arrestano 5 rumeni

Roma. Furto aggravato di 12 tonnellate di rifiuti pericolosi e non, già posti sotto sequestro e 5 rumeni sono stati arrestati e altre 4 sono state denunciate per  trasporto illecito di rifiuti.

E’ questo l’esito di un’operazione congiunta della Polizia Locale e della Polizia Metropolitana di Roma Capitale.

Una parte del materiale sequestrato

Tutto il materiale, sottratto allo scopo di recuperare il metallo presente per poi rivenderlo al mercato nero”, era stato prelevato all’interno di un’area industriale di circa 500 metri quadrati in zona Ardeatina, sequestrata una settimana fa dagli agenti nell’ambito delle indagini condotte sulla filiera clandestina dei rifiuti.

I responsabili sono stati fermati durante il tentativo di portare a termine il progetto.

Uno dei due arrestati ha rimosso i sigilli del sito e, insieme agli altri, ha fatto arrivare due furgoni su cui caricare le tonnellate di batterie esauste ed un centinaio di cerchi metallici di ruote dismessi, materiale anch’esso già posto sotto sequestro nei giorni precedenti.

Il gruppo ha provato ad allontanarsi in direzioni diverse: gli operanti hanno bloccato gli autori del furto all’interno dell’area e subito dopo altre 4 persone sono state fermate a bordo dei mezzi utilizzati per trasportare la refurtiva.

Quest’ultimi, tre uomini di nazionalità italiana ed un cittadino egiziano, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per gestione e trasporto illecito di rifiuti. I veicoli sono stati sequestrati.

L’intervento degli agenti ha permesso di fermare un’attività che avrebbe fruttato ai predatori del piombo una guadagno illecito di diverse migliaia di euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore