Universiadi 2019, successi nella gestione della sicurezza e nello sport per gli uomini e le donne dell’Esercito

Napoli. Anche nella serata di chiusura della 30^ Summer Universiade allo Stadio San Paolo di Napoli, l’Esercito ha garantito la sicurezza dell’evento che ha visto la partecipazione di circa 8 mila atleti e rappresentanti delle delegazioni dei Paesi partecipanti.

Una pattuglia dell’Esercito a Pala Cercola di Cercola (Napoli)

Durante la cerimonia di chiusura, domenica, sono stati impiegati, oltre all’unita cinofile, anche assetti del Centro di Eccellenza anti drone dell’Esercito per garantire la sicurezza dei cieli del capoluogo partenopeo e la protezione delle aree interessate da eventuali attacchi portati da mini e micro APR (Aerei a Pilotaggio remoto).

Il sistema anti drone

La professionalità degli uomini e delle donne della Forza Armata, la versatilità dell’assetto anti drone modulabile alla specifica esigenza, e l’accurata attività di comando e controllo ha consentito all’Esercito di contribuire alla sicurezza dell’Universiade

Il controllo con i cinofili al Porto di Napoli

Una rassegna sportiva multidisciplinare seconda solo ai Giochi olimpici per importanza e numero di partecipanti.

Nell’edizione di quest’anno erano presenti 118 Paesi e la delegazione azzurra comprendeva 300 atleti, di cui 20 provenienti dal Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito.

L’Italia si è piazzata sesta nel medagliere, con un bottino di 44 medaglie, mentre sono stati 15 i podi conquistati, in varie specialità, dai nostri graduati.

Un oro, un argento ed un bronzo sono arrivati dalla Ginnastica artistica con il 1° Caporal Maggiore VFP4 Carlotta Ferlito che ha conquistato uno splendido oro nel corpo libero.

Il 1° Caporal Maggiore VFP4 Carlotta Ferlito

Un riconoscimento che arriva subito dopo il bronzo a squadre conquistato insieme alle compagne, tutte atlete dell’Esercito.

Altre medaglie per il Caporal Maggiore Martina Rizzelli e il Caporal Maggiore Lara Mori che si è aggiudicata anche un argento individuale alla trave.

Le Caporal Maggiori Ferlito, Mori e Rizzelli

Ben 3 medaglie sono arrivate dalla scherma. Doppia medaglia per il 1° Caporal Maggiore Roberta Marziani, una medaglia di bronzo nella spada individuale e un argento nella prova a squadre e un bronzo nella spada maschile a squadre conquistato dal Caporal Maggiore Lorenzo Buzzi.

Nel nuoto, il Caporal Maggiore VFP4 Matteo Ciampi ha conquistato un argento individuale nei 400 metri stile libero e uno nella staffetta 4×200 metri stile libero.

Altre due medaglie di bronzo sono arrivate nella staffetta 4×100 stile libero femminile per il Caporal Maggiore Aglaia Pezzato e il Caporal Maggiore Giulia Verona e ancora due bronzi nella 4×100 stile libero maschile per il Caporal Maggiore Ivano Vendrame e il Caporal Maggiore  Giovanni Izzo.

Infine il VFP1 Chiara Di Marziantonio, ha portato il tricolore sul gradino più alto del podio grazie alla medaglia d’oro conquistata nel Tiro a volo nella specialità skeet, con cui si è conclusa la manifestazione.

Sul gradino più alto del podio il VFP1 Chiara Di Marziantonio,

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore