Alpini: personale della Sezione “Julia” dell’Associazione Friulana Donatori di Sangue raccoglie 20 sacche

Udine. Il personale della Sezione “Julia” dell’Associazione Friulana Donatori di Sangue (AFDS) ha raccolto, nei giorni scorsi, 20 sacche di sangue intero e di plasma, all’interno dell’autoemoteca messa a disposizione delle Penne Nere della “Julia” dal reparto di medicina trasfusionale dell’ASL di Udine.

ll Labaro dell’AFDS-JULIA

Ufficiali, Sottufficiali e Graduati del R.C.S.T. “Julia” con in testa il Comandante, Tenente Colonnello Andrea Bernardi ed il Sottufficiale di Corpo Primo Luogotenente Liborio Palmeri, si sono pazientemente messi in fila e uno dopo l’altro hanno donato il loro sangue ed anche il plasma, emocomponenti raccolti dall’AFDS udinese.

L’attività del giorno 8 è stata limitata a 20 persone a causa delle attuali restrizioni relative all’emergenza epidemiologica in corso.

Anche in questa occasione la stretta e fattiva collaborazione tra il centro trasfusionale del capoluogo friulano, ed il comando del Reparto Comando e Supporti Tattici della Brigata “Julia”, ha portato gli alpini a donare il sangue volontariamente e con entusiasmo, a testimonianza degli alti valori morali che contraddistinguono i militari dell’Esercito.

Un militare del RCST dona il sangue

La Sezione AFDS “Julia”, unica nelle Truppe Alpine, nata nel 2008, conta ben 241 iscritti e da quest’ anno si avvale della collaborazione dei colleghi del Gruppo ANA “8° Reggimento Alpini” di Venzone.

Nell’arco del 2020 appena concluso, ha raccolto 215 donazioni ed ha organizzato 5 giornate di donazione di gruppo presso l’ospedale civile di Gemona del Friuli.

Il presidente della Sezione AFDS “Julia” Luogotenente (Ris) Gianpiero Grazzini ha programmato altre giornate di donazione con le autoemoteche nelle caserme dell’Esercito, in primavera, sempre alla “Spaccamela” di Udine, alla “Feruglio” di Venzone e alla “Lesa” di Remanzacco, sede sia del 3° Reggimento Artiglieria Terrestre (da montagna) della “Julia”, sia del Reggimento Logistico della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore