Banda di falsari sgominata dalla Gdf

Napoli. I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Napoli e del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria di Roma hanno scoperto una tipografia abusiva adibita alla produzione di euro falsi: la tipografia si trova nelle campagne di Taranto ed era stata ricavata da una abitazione rurale. Tre persone sono state arrestate.
I responsabili sono tre pregiudicati campani, tutti con precedenti analoghi, colti sul fatto mentre stampavano banconote da 50 euro pronte per essere distribuite sul territorio.
Sono state usate macchine da stampa off set particolarmente sofisticate collocate all’interno di una villetta di Maruggio (TA) di proprietà dei figli di uno degli arrestati. L’immobile era stato modificato per consentire l’alloggiamento dei voluminosi macchinari necessari alla produzione di euro falsi e portati sul posto grazie all’utilizzo di mezzi pesanti.
Con la collaborazione dei mezzi aerei del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto, sono state effettuate ricognizioni aere del luogo e sorveglianza a distanza.
All’interno della stamperia clandestina la Gdf ha trovate banconote contraffatte per circa 8 milioni di euro, le banconote erano abilmente contraffatte tanto da trarre in inganno chiunque ne fosse venuto in possesso, gli arrestati sono stati accusati di associazione a delinquere e falsificazione di banconote.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore