Carabinieri: 12 arrestati a Roma per detenzione e spaccio di droga. Tra esse la titolare di un club privato dove avvenne la morte per stupro ed overdose della giovane Desirèe Mariottini

Roma.  Operazione dei Carabinieri della Compagnia di Roma Piazza Dante che, oggi, al termine di una attività di indagine condotta dalla Stazione Carabinieri di Roma Prenestina e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno eseguito un’ordinanza che ha disposto misure
cautelari.

Operazione dei Carabinieri contro lo spaccio di droga

Emesso dal G.I.P. del Tribunale capitolino, su richiesta della locale Procura della Repubblica, il provvedimento ha interessato 12 persone, tutte ritenute responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di Villa Gordiani, a Roma.

Le indagini hanno consentito di portare alla luce una diffusa attività di cessione al dettaglio di sostanze stupefacenti di diversa natura (hashish, marjuana e cocaina) con una vera e propria piazza di spaccio, sempre aperta, con tanto di vedette, sempre pronte ad assicurare una cornice di sicurezza allo svolgimento dell’attività delittuosa, eseguendo anche, in molti casi, controlli nelle strade limitrofe proprio per scongiurare la presenza delle Forze dell’Ordine.

Tra i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti è presente anche una donna che, all’epoca dei fatti, gestiva un club privato sito nel quartiere di San Lorenzo, precisamente via dei Lucani, tristemente nota a seguito della morte per stupro ed overdose della giovane Desirèe Mariottini avvenuta solo qualche mese prima dell’avvio delle indagini per questa operazione da parte dell’Arma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Autore