Crisi Serbia-Kosovo: Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg a colloquio con l rappresentante speciale dell’Unione Europea per l’area Miroslav Lajčák

Bruxelles. Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg ha incontrato, oggi nella sede dell’Alleanza atlantica a Bruxelles il rappresentante speciale dell’Unione Europea per il dialogo tra la Serbia ed il Kosovo e per altre questioni regionali dei Balcani occidentali Miroslav Lajčák.

Miroslav Lajčák e Stoltenberg, oggi a Bruxelles, nella sede della NATO

Nel corso della visita, Lajčák ha anche scambiato opinioni con i Rappresentanti permanenti del Consiglio Nord Atlantico.

“La NATO accoglie con favore il recente accordo sulla riduzione dell’escalation e la via da seguire nel Kosovo settentrionale raggiunto tra Belgrado e Pristina, sotto gli auspici del dialogo Belgrado-Pristina facilitato dall’UE – ha detto Stoltenberg -. La nostra missione KFOR svolge un ruolo fondamentale per garantire l’effettiva attuazione di questo accordo e la NATO rimane fortemente impegnata per la stabilità della regione dei Balcani occidentali”,

Il Segretario generale è in stretto contatto sia con il Presidente della Repubblica serba Aleksandar Vučić che con il capo del Governo kosovaro Albin Kurti sulla necessità di ridurre l’escalation, mostrare moderazione e tornare al dialogo.

Il Presidente della Repubblica serbe Aleksandar Vucic

La NATO sostiene fermamente il dialogo facilitato dall’UE e gli altri sforzi volti alla normalizzazione delle relazioni tra Belgrado e Pristina come l’unico percorso verso il raggiungimento di un accordo politico duraturo e stabilità per la regione.

Il primo ministro kosovaro Albin Kurti

Il Segretario Generale ha infine elogiato la cooperazione tra NATO e l’Unione Europea sul Kosovo come “un eccellente esempio del partenariato strategico tra le due organizzazioni”.

Per Jens Stoltenbeg importante la cooperazione tra NATO e l’Unione Europea sul Kosovo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore