Difesa: arrivate a Derna le navi della Marina Militare con gli aiuti italiani per il popolo libico

DERNA. Continua il supporto fornito dalla Difesa italiana al popolo libico, colpito dalla tempesta “Daniel” che ha investito soprattutto Derna, città della Cirenaica, e altre zone limitrofe e interne.

L’aiuto dei nostri militari è iniziato nei giorni scorsi.

Gli aiuti italiani per il popolo libico

Infatti, era partita poco tempo fa Nave San Marco della Marina Militare dal porto di Brindisi per Derna con gli ulteriori aiuti umanitari per la Libia.

A bordo della nave hanno preso posto materiale e personale della Protezione Civile, della Croce Rossa e della Difesa.

Nello specifico, due elicotteri della Marina Militare per la ricerca e soccorso, cento tende per mille persone, cinque mila coperte, trenta bancali di materiale sanitario, otto pompe idrovore, mezzi di movimento terra e soccorso.

Nave San Marco, giunta a Derna per scaricare uomini e mezzi a Nave San Giorgio, al termine delle operazioni di scarico tornerà poi in Italia.

Nave San Giorgio della Marina Militare, dopo aver raggiunto l’area di Derna, rimarrà in area nei prossimi giorni per assicurare le funzioni logistiche, di Comando e Controllo e di supporto sanitario al dispositivo nazionale in Libia a sostegno delle popolazioni libiche delle aree alluvionate.

Al momento entrambe le navi della Marina Militare stazionano nelle acque antistanti il porto.

È in corso il trasbordo dei materiali su Nave San Giorgio.

Il supporto fornito dalla Difesa italiana al popolo libico, colpito dalla tempesta “Daniel”

Il personale sta consolidando e bonificando un’area a terra per il successivo sbarco di attrezzature e materiali.

La Difesa sta impiegando anche l’Aeronautica Militare per aiutare la Libia.

Nei giorni scorsi, infatti, è partito anche il terzo volo con un aereo C-130 dell’Aeronautica Militare con attrezzature di supporto e materiale logistico di prima necessità.

Le Forze Armate italiane–su indicazione del ministro della Difesa Guido Crosetto, disposizione del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone e sotto il coordinamento del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI) – stanno dando il loro massimo sostegno per aiutare il popolo libico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore