Difesa: conclusa la visita di due giorni del Ministro Guerini in Qatar

Doha. Si è conclusa oggi la visita del Ministro della Difesa Lorenzo Guerini a Doha, dove ha incontrato l’Emiro del Qatar, S.A. Sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani, il Primo Ministro e Ministro dell’Interno, S.E. Sceicco Khalid bin Khalifa Al-Thani, e il suo omologo, Vice Primo Ministro e Ministro di Stato per gli Affari della Difesa, S.E. Khalid bin Mohamed Al Attiyah. Si tratta del secondo incontro nel giro di pochi mesi tra i due Ministri, che fa seguito a quello avvenuto lo scorso settembre a La Spezia.

Tra i temi in agenda la Libia, i negoziati di pace intra-afghani e la situazione del Golfo Arabico, ma anche la cooperazione bilaterale militare e tecnico industriale tra i due Paesi, tra cui i programmi di sicurezza cibernetica del Qatar. Tutti dossier che confermano lo stato di eccellenti relazioni.

La visita è iniziata martedì scorso con il primo bilaterale tenuto con l’omologo Ministro della Difesa Al Attiyah. I due Ministri hanno espresso soddisfazione per il livello della cooperazione militare e per i progetti di formazione e cooperazione industriale. “Il partenariato tra Italia e Qatar in ambito Difesa si conferma di elevato valore strategico. Sono qui per rinnovare il nostro impegno ad approfondire la collaborazione in corso che abbraccia tutti i comparti. In questa collaborazione” – ha aggiunto Guerini – “occupa un posto di rilievo l’industria italiana della Difesa, impegnata in progetti di altissimo valore tecnologico. Piena disponibilità dell’Italia a realizzare nuovi progetti di cooperazione industriale tra Italia e Qatar”. In quest’ottica si colloca la firma dell’accordo di cooperazione tra le due Aeronautiche Militari nel settore dell’addestramento dei piloti, che vede anche coinvolta Leonardo Spa attraverso il progetto della International Flight Training School.

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini in Qatar

Oggi, il Ministro Guerini si è recato presso l’Emiri Diwan, dove ha incontrato Sua Altezza l’Emiro del Qatar Sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani e il Primo Ministro e Ministro dell’Interno, S.E. Sceicco Khalid bin Khalifa Al-Thani, ai quali ha portato i saluti e i ringraziamenti del Governo e dell’Italia. “A nome del Governo Italiano desidero confermare la centralità delle nostre relazioni e la sincera amicizia del mio Paese, assieme al riconoscimento per il sostegno ricevuto dal Qatar durante le fasi iniziali della pandemia da COVID-19”.

“Abbiamo condiviso che nello scenario geopolitico di riferimento caratterizzato da forte incertezza e instabilità, quale è quello attuale” ha affermato il Ministro “è richiesta un’azione sinergica da parte di tutti gli attori per fornire un contributo decisivo verso la risoluzione delle molte crisi in corso”.

Al centro dei colloqui della due giorni anche Libia e Afghanistan. Riguardo la crisi in Libia Guerini ha ribadito la posizione italiana a favore di una soluzione politica, nel quadro delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

“Il raggiungimento del cessate fuoco tra le parti e l’azione della Commissione militare congiunta intra-libica costituiscono elementi fondamentali per realizzare il processo di pace sotto l’egida delle Nazioni Unite. L’attuale congiuntura offre condizioni più favorevoli per il raggiungimento di una soluzione politica che preservi una Libia unita” ha dichiarato.

Sull’Afghanistan e sui colloqui di pace intra-afgani che si svolgono a Doha, Guerini ha sottolineato il ruolo che il Qatar svolge nel processo di pace del Paese.

“Il Qatar è impegnato nella facilitazione del dialogo intra-afgano. L’Italia è fortemente impegnata nel processo di pace e stabilizzazione dell’Afghanistan e riteniamo che il contributo profuso in questi ultimi 20 anni dalla comunità internazionale non debba andare disperso. Il Paese sta attraversando una fase delicata della sua storia ed i colloqui avviati qui a Doha lo scorso settembre costituiscono un’opportunità storica che non possiamo perdere”.

Dopo gli incontri con le Autorità qatarine, il Ministro, accompagnato dall’Ambasciatore d’Italia Alessandro Prunas, ha voluto salutare il personale dell’Ambasciata d’Italia, dell’ICE e i militari in missione in Qatar. “Un lavoro preziosissimo quello svolto da chi rappresenta l’Italia nel mondo. A voi, militari e civili, il mio ringraziamento per quello che fate per il nostro Paese anche lontano dai confini nazionali”, ha affermato Guerini.

In ultimo, la visita presso l’iconico Stadio Al-Bayt, uno degli otto impianti costruiti per il Campionato Mondiale di Calcio di Doha 2022. La straordinaria struttura a forma di tenda tradizionale è stata realizzata da imprese italiane e scelta per ospitare la cerimonia di inaugurazione dei Mondiali.
Proprio in questi giorni di visita, le autorità qatarine hanno chiesto al Ministro Guerini il supporto delle Forze Armate italiane nella gestione della sicurezza durante i mondiali del 2022.

Al termine della visita in Qatar si è verificata inoltre l’occasione di un colloquio informale con il Ministro della Difesa libico Salah Al-Namroush, a Doha per una visita istituzionale, in vista dell’incontro che ci sarà a Roma tra poche settimane, per la definizione dell’accordo di cooperazione militare congiunta che Guerini ha fortemente incoraggiato.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore