Esercito: i 211 allievi ufficiali del 201° corso “Esempio” dell’Accademia di Modena giurano fedeltà alla Repubblica

Modena. Hanno giurato, solennemente, oggi all’interno del Cortile d’Onore dell’Accademia Militare di Modena alla presenza del comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale, gli allievi ufficiali del 201° corso “Esempio”.

Un momento della cerimonia di giuramento, oggi all’Accademia di Modena

Il corso annovera 211 allievi ufficiali, dei quali 197 italiani e 14 stranieri, provenienti da 13 Paesi diversi.

La presenza femminile è di 39 allieve.

Gli allievi ufficiali del 201 corso schierati sul piazzale di Palazzo Ducale

A premessa dell’evento, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, e il comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, sono intervenuti in video collegamento da Roma per sottolineare l’importanza del giuramento solenne.

Il Generale Farina, nel portare il saluto del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini e del capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, ha esortato i futuri quadri dirigenziali della Forza Armata.

“Siate consapevoli dell’importantissima fase di formazione che state vivendo oggi come allievi per prepararvi al domani di comandanti di uomini e donne – ha detto il Generale Farina -. Essere comandanti vuol dire servire il vostro personale con l’impegno continuo, la competenza e l’altruismo, promuovendo la partecipazione e la coesione del Reparto in cui opererete”.

 

“Per essere all’altezza di questi compiti – ha aggiunto il capo di SME – dovrete, oggi e sempre, dedicare tutte le vostre energie fisiche, intellettuali e valoriali. Per far questo, dovrete credere fermamente nei valori fondanti dell’Esercito Italiano, tra cui l’impegno, il sacrificio, il coraggio, la generosità e l’ESEMPIO che è anche il nome del vostro corso”.

“La promessa solenne di fedeltà alla Repubblica e l’osservanza della Costituzione – ha concluso il  Generale Farina – sarà la strada maestra per il vostro cammino, l’impegno a credere in questi valori che hanno da sempre contraddistinto gli appartenenti all’Esercito”

Nel corso della cerimonia, il Generale di Brigata Rodolfo Sganga, comandante dell’Accademia, ha letto la formula del giuramento, alla quale gli Allievi hanno risposto all’unisono “Lo giuro!”.

Il comandante dell’Accademia di Modena, Generale di Brigata Rodolfo Sganga

Quest’impegno solenne, assunto al cospetto della Bandiera d’Istituto, ha sancito l’ingresso dei cadetti a pieno titolo nell’Esercito Italiano, per servire l’Italia, le Istituzioni e i cittadini da Soldati.

Sfila la Bandiera di Guerra dell’Accademia con il Gruppo Bandiera

Il Generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale rivolgendosi agli allievi ufficiali del 201° Corso ha detto: “L’Accademia militare vi sta formando al severo culto del dovere, unica via per forgiare intere generazioni di cittadini e comandanti di prim’ordine. Un’antica e gloriosa tradizione di impegno e dedizione che voi siete oggi chiamati a perpetuare, servendo in due Istituzioni, l’Esercito e l’Arma dei Carabinieri, che nei secoli sono sempre state in grado di confermarsi quale saldo e insostituibile punto di riferimento per la Nazione.”

Alla cerimonia, condotta in forma ridotta, e nel pieno rispetto delle norme vigenti per il contrasto ed il contenimento da COVID-19, hanno inoltre presenziato alcune Autorità civili locali.

L’evento è stata trasmesso in diretta streaming, sulle piattaforme social dell’Esercito Italiano, per consentire a parenti e amici, impossibilitati a partecipare, di condividere con i propri cari un atto così importante nella vita di un soldato.

L’Istituto Militare di Modena è l’Accademia più antica d’Europa ed è collocato all’interno del Palazzo Ducale, dove numerose generazioni di ufficiali e di illustri esponenti della società Italiana, sono stati formati secondo i profondi valori alla base delle Istituzioni dello Stato: esempio, abnegazione, dignità, fedeltà, fermezza, onore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore