Esercito. oltre 200 Paracadutisti del 183° Reggimento Nembo concludono una serie di esercitazioni denominate “Steel Forge”

Carpegna (Pesaro-Urbino). Nei giorni scorsi, nella sede del poligono militare di Carpegna (Pesaro-Urbino), oltre 200 Paracadutisti del 183° Reggimento Nembo hanno condotto la seconda di una serie di esercitazioni denominate “Steel Forge”.

Si prepara il munizionamento prima dell’attività a fuoco

Con questa esercitazione il Reggimento ha voluto addestrare unità di manovra del Battaglione verificando l’efficacia delle procedure tecnico-tattiche.

Tema principale è stata la fase esercitativa che ha interessato il plotone mortai pesanti “Pegaso” della 12^ Compagnia “Leopardi” che ha sparato con mortai Thomson da 120 millimetri.

Esercitazione a fuoco con il mortaio Thomson

Questa serie di eventi addestrativi si prefigge lo scopo di consolidare le capacità del reparto e di portare a termine l’approntamento dell’unità in previsione dell’ impiego quale LRF (Land Reserve Force).

La Steel Forge 2^del 2020 è stata inserita nell’esercitazione federata “Dagger Resolve 2020” per addestrare il personale nel più ampio ambito del Battlespace Management (BSM), perché addestrarsi in un contesto realistico permette di consolidare competenza, flessibilità, rapidità decisionale e spirito d’iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore