EUROPOL: al via l’operazione “Sentinel”. Saranno monitorati in 19 Paese della UE i fondi per la NextGenerationEu

Di Assunta Romano

L’Aia. “Sentinel” è l’operazione, presentata nei giorni scorsi, nella sede del Quartier generale dell’Europol.

EUROPOL in campo per difendere la spesa dei fondi UE per la ripresa economica

Scopo dell’attività è fornire supporto ai Paesi membri dell’Unione Europea nella prevenzione e nel contrasto all’uso fraudolento dei fondi stanziati con il NextGenerationEU.

Sono 19 i paesi che  partecipano all’operazione “Sentinel” Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia,Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Lituania, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia.

Partner del progetto sono l’European Public Prosecutor’s Office (EPPO), Eurojust, European Anti-Fraud Office (OLAF).

I fondi stanziati dall’Unione Europea attraverso il NextGenerationEu ammontano a  806,9 miliardi di euro.

Questi finanziamenti consentiranno  ai Paesi dell’EU di rilanciare il tessuto economico e sociale gravemente compromessi dalla pandemia causata dal COVID 19.

La gran parte dei fondi, pari a 723,8 miliardi di euro sarà sotto forma di mutui e prestiti per investimenti soprattutto nelle politiche ambientali .

La preoccupazione condivisa dalle Forze di Polizia europee è che tale flusso di danaro attirerà inevitabilmente la criminalità organizzata internazionale.

Carabinieri e Guardia di Finanza partecipano all’operazione “Sentinel”

Le numerose operazioni condotte dall’Europol nei mesi scorsi hanno evidenziato l’ estrema versatilità e spirito di adattamento delle organizzazioni criminali durante l’emergenza sanitaria.

Cosa Nostra, camorra, ‘ndrangheta  in primis hanno ampiamente beneficiato della crisi economica generata dalla pandemia rilevando le attività imprenditoriali medio- piccole in difficoltà trasformandole in strumento per il riciclaggio e il riutilizzo dei capitali illeciti.

In Italia durante l’emergenza sanitaria si è rilevato un incremento del 7% delle segnalazioni per operazioni sospette e un aumento del 9,7% rispetto all’anno precedente del numero delle società colpite dai provvedimenti interdittivi.

Turn over di cariche aziendali, trasferimenti di sede, variazioni del capitale sociale hanno interessato soprattutto il settore immobiliare e quello del commercio all’ingrosso.

La Task Force messa in campo avrà a disposizione un sistema dedicato per l’elaborazione dei dati raccolti, oltre a garantire un continuo scambio di informazioni e supporto operativo per i casi oggetto di investigazione.

Particolare attenzione sarà data ai casi che configurano i reati di truffa, corruzione, appropriazione indebita, peculato e riciclaggio di danaro.

“La pandemia del Covid 19 ha seriamente colpito il tessuto sociale ed economico dell’intero pianeta – ha detto il direttore generale dell’Europol, Catherine de Bolle -. I fondi messi a disposizione da NextGenerationEu aiuteranno i Paesi dell’Unione Europea a rilanciare l’economia cosi duramente provata dall’emergenza sanitaria”.

Il compito dell’Europol sarà quello di “impedire l’infiltrazione delle organizzazioni criminali nelle attività economiche che beneficeranno dei fondi stanziati”.

“L’operazione Sentinel rafforzerà la nostra capacità di contrastare operazioni illecite e di proteggere la ricostruzione delle nostre comunità”, ha concluso Catherine de Bolle.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore