II Guerra Mondiale: il Comandante Militare della Capitale, Generale Rosario Castellano ha consegnato 7 medaglie commemorative del periodo bellico

Roma. Il Generale di Corpo d’Armata, Rosario Castellano, Comandante Militare della Capitale, ha consegnato ieri 7 medaglie commemorative del periodo bellico 1940 – 1943.

I familiari intervenuti

L’onorificenza, istituita con Decreto del 17 novembre 1948 n. 1590 dal Presidente della Repubblica, è stata conferita ai familiari dei militari che tra l’11 giugno 1940 e l’8 settembre 1943, sono caduti in guerra o hanno riportato ferite o mutilazioni o contratto infermità derivanti da azioni di guerra, partecipato a un’importante fatto d’Arme, ottenuto, in merito all’attività bellica, una ricompensa al valor militare o la Croce al Merito di guerra.

Sono stati consegnati, inoltre, ai familiari di tre militari che hanno combattuto sul fronte dell’Africa Settentrionale, Balcani, Grecia, Albania, Italia e deportati nei campi di concentramento tedeschi dopo l’8 settembre 1943, i distintivi d’Onore di “Volontario della Libertà”, regolati dalla legge 1° dicembre 1977, n. 907 del Presidente della Repubblica, concessi per onorare coloro che hanno contribuito alla lotta della Resistenza rifiutando la liberazione per non servire l’invasore tedesco.

La cerimonia si è svolta presso la Sala Mosaici di Palazzo Slataper, sede del Comando Militare della Capitale.

L’intervento del Generale Rosario Castellano

Il Generale Castellano ha sottolineato come l’iniziativa rappresenti “un momento significativo per onorare lo spirito di sacrificio e l’Amor di Patria che molti concittadini hanno dimostrato nel corso dell’ultimo conflitto mondiale ed è, altresì, un auspicio che il legame tra gli eroi del passato e i militari di oggi sia sempre più indissolubile nei valori che ci accomunano”.

Il Comandante Militare della Capitale ha espresso, infine, parole di ringraziamento anche per i familiari e gli eredi dei combattenti con i quali si è intrattenuto a margine della cerimonia, ascoltando i racconti di vita e di ricordi esternati con commozione dai congiunti più anziani: “Siete portatori di quei valori e ideali da sempre sostenuti dalle Forze Armate che consolidano un legame morale tra passato, presente e futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore