Migranti: il Governo francese attacca quello italiano. Il ministro della Difesa Crosetto chiede scuse formali al presidente Meloni

ROMA. Dura presa di posizione del ministro della Difesa, Guido Cosetto contro quello degli Interni francese, Gerald Darmanin.

Un altro barcone di migranti tenta la via dell’Europa

“Questa strana e incomprensibile attitudine di alcuni esponenti di Governi europei di cercare di interferire nella vita pubblica italiana oggi ha superato il livello di guardia – ha scritto ieri in una nota -. Il ministro Darmanin dovrebbe presentare scuse formali al nostro Governo e al presidente Meloni”.

Il presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni

“La verità – ha aggiunto – è che di tutto abbiamo bisogno in questo momento tranne che di ulteriori divisioni. Non occorre un genio per capire che incrinare i rapporti tra Paesi fondatori della Unione Europea non può che indebolire ognuno di noi. Gli enormi flussi migratori cui assistiamo oggi sono purtroppo frutto dei troppi errori compiuti per decenni in Africa da molte nazioni”.

“Sarebbe meglio riflettere su queste scelte sbagliate – ha aggiunto Crosetto – ed evitare di farne di nuove piuttosto che cercare la polemica a tutti i costi, magari per fini politici interni. Molti parlano dell’importanza del trattato del Quirinale, ma per essere conseguenti bisognerebbe rispettarlo e attuarlo e non ferirlo con uscite fuori misura. Come Italia, abbiamo proposto un nuovo piano Mattei per l’Africa e lo abbiamo messo a disposizione di tutti i Paesi della UE”.

Il ministro della Difesa, Guido Crosetto

“Vorremmo parlare anche con la Francia di come risolvere i problemi dell’immigrazione in modo serio e comune – ha concluso il ministro della Difesa  non litigare in pubblico per ottenere un titolo di giornale o un voto in più”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore