NRDC-ITA. Generale di Corpo d’Armata, Guglielmo Luigi Miglietta: “Il Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO a guida italiana è costantemente proteso al futuro”

Solbiate Olona (Varese) – nostro servizio. Il Generale di Corpo d’Armata Guglielmo Luigi Miglietta è dal dicembre 2019 al comando del NRDC-ITA.

Il Generale di Corpo d’Armata Guglielmo Luigi Miglietta

Report Difesa lo ha interpellato su cosa rappresentino questi 20 anni per il Comando di Solbiate Olona (Varese).

Generale, cosa rappresenta per NRDC-ITA questo anniversario?

Di certo un momento significativo e di riflessione. E’ importante perchè segna il compimento di un rapido processo di miglioramento, apertosi due decadi fa.

Un cammino lungo, fatto di addestramento costante, di continua formazione dello staff, di esperienze sul campo, di sempre più piena integrazione del personale nella comunità di riferimento.

Ci invita, comunque, a tener sempre presente quello che è il nostro principale obiettivo: continuare a garantire un supporto sempre in linea con quelle che sono le esigenze del Paese e dell’Alleanza.

Proprio in virtù di questo siamo consci che tale ricorrenza deve essere considerata solo un passaggio, quanto mai cruciale, per alzare sempre più il livello dell’asticella, per non accontentarci di quanto è stato fatto e, quindi, per migliorare ancora.

Quali sono le prospettive future per NRDC-ITA?

Il Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO a guida italiana è costantemente proteso al futuro.

Lo stesso concetto di proiettabilità è insito nel nome: impiegabili ovunque e con lo sguardo oltre l’orizzonte.

Bersaglieri in esercitazione

Per questo motivo, il nostro impegno quotidiano viene continuamente profuso nel prepararci ad affrontare nuove sfide.

L’addestramento a cui ci sottoponiamo è sempre finalizzato a mantenere una capacità operativa di altissimo livello per essere pronti ad operare in un ventaglio estremamente ampio di possibili scenari.

Il nostro ruolo di hub nel campo dell’addestramento, affidatoci dal capo di Stato Maggiore dell’Esercito, è stato recentemente affiancato dalla responsabilità dello sviluppo del concetto di Multidomain Operations, che stiamo portando avanti con la massima determinazione, cercando di fornire il nostro usuale contributo sia a livello nazionale che internazionale.

In definitiva, confidiamo in una crescita ulteriore della professionalità dello staff e auspichiamo un sempre maggior coinvolgimento degli altri Paesi dell’Alleanza consci che “Stronger together” non è uno spot promozionale, ma la tangibile dimostrazione di quanto si possa far bene e superare le difficoltà se uniti dallo stesso obiettivo da perseguire e animati dalla medesima convinzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore