Polizia di Stato: proseguono i controlli nelle stazioni ferroviarie. Arrestate 7 persone e 31 indagate

Roma. Sono stati 7 gli arrestati, 31 gli indagati e 12.234 le persone controllate. 2.426 bagagli ispezionati e 57 sanzioni elevate.

i controlli della Polizia Ferroviaria

E’ questo il bilancio dell’ottava giornata dell’Operazione “Stazioni Sicure” dedicata al contrasto delle attività illecite e alla prevenzione di possibili azioni improntate all’illegalità, che ha visto l’impiego di 1.376 operatori della illegalità in 423 scali interessati.

Le attività, mirate al controllo di bagagli e di passeggeri, in considerazione del fisiologico aumento dei flussi nel periodo estivo, sono state supportate anche da unità cinofile della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza e dalle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine.

L’impiego di unità cinofile per il controllo nelle stazioni ferroviarie

In particolare, si evidenzia tra gli arrestati, un 50enne napoletano, ricercato per evasione.

L’uomo, noto pregiudicato, era già evaso dagli arresti domiciliari più volte nell’ultimo mese.

E’ stato bloccato dagli agenti della POLFER nella stazione di Napoli Centrale nel corso dei controlli.

La Polizia Ferroviaria controlla il deflusso dai treni

Sempre a Napoli, sono stati arrestati un 25enne e un 33enne, per rapina, entrambi residenti nella città partenopea e già noti alle Forze dell’Ordine.

I due, con la scusa di chiedere una sigaretta ad un giovane viaggiatore, gli hanno intimato di consegnare tutti i soldi dietro minaccia. Grazie alla visione delle immagini di videosorveglianza presente in stazione, i poliziotti hanno ricostruito con assoluta certezza l’episodio delittuoso e assicurato alla giustizia i due rapinatori sorpresi, tra l’altro, ancora in possesso della refurtiva.

A Massa Carrara, una serba di 29 anni e una croata di 24, pregiudicate e in Italia senza fissa dimora, sono state arrestate perché entrambe gravate da un ordine di carcerazione.

In particolare, le donne sono state fermate per un controllo mentre si trovavano all’interno della stazione ferroviaria.

Sono risultate ricercate per reati contro il patrimonio commessi a Varese, La Spezia e Salerno.

Dovendo scontare, la 24enne, 3 anni 5 mesi e 5 giorni di reclusione più la multa di euro 1.333,00 e la 29enne, un anno e la multa di 300 mila euro, sono state condotte presso il carcere di Firenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Autore